Quantcast

L’annuncio del Premier Conte: a Ravenna il più grande centro al mondo di cattura e stoccaggio di Co2

Le dichiarazioni del consigliere comunale Margotti (Pd) e del consigliere regionale Bessi (Pd)

“A Ravenna nascerà il più grande centro al mondo di cattura e stoccaggio di Co2”. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nella conferenza stampa tenuta al termine degli Stati generali dell’Economia a Roma. “Avremo l’energia blu e l’idrogeno integrati”, ha aggiunto il Premier.

Durante la conferenza stampa Conte ha parlato di tre direttrici:
– modernizzare il Paese
– lavorare ad una robusta transizione energetica
– lavorare per un’Italia più inclusiva.

All’interno della seconda direttrice sono stati menzionati i seguenti progetti: Impresa 4.0Plus, con cui si renderanno strutturali tutti gli incentivi e le agevolazioni per le imprese a spiccata propensione verso innovazione e green, quindi intelligenza artificiale e blockchain; i distretti dell’economia circolare, spazi industriali per realizzare progetti per abbandonare i combustibili fossili e passare alla rinnovabili. Occorre coerenza: non si possono avere dubbi per parchi eolici, solari e fotovoltaici ed energia idrica. A Ravenna nascerà, grazie al progetto di Eni, il più grande centro al mondo di cattura e stoccaggio di CO2, si avranno energia blu ed idrogeno integrale.

Bessi (PD): “Ravenna e l’Emilia-Romagna possono diventare il polo tecnologico mondiale per la filiera dell’energia sostenibile”

“Abbiamo lavorato alacremente in questi anni – ha dichiarato il consigliere regionale Gianni Bessi – affinché Ravenna e l’Emilia- Romagna, con l’ecosistema industriale, le relazioni e le competenze che hanno saputo creare, potessero diventare il polo tecnologico a livello europeo e mondiale per l’energia sostenibile. Il mix di gas naturale e fonti rinnovabili, il recupero e riciclo dei materiali e le nuove tecnologie sono una sfida che l’Italia non può perdere e la nostra città e la nostra regione, possono essere al centro della transizione energetica. Un grande lavoro è stato presentato in questi anni dalla manifestazione OMC, con ENI e insieme all’imprenditoria locale, al nuovo hub portuale e alle amministrazioni. Siamo all’altezza della sfida dell’economia circolare. del new green deal europeo.”

Margotti (PD): bene centro di cattura e stoccaggio di Co2 a Ravenna annunciato da Conte, serve coinvolgimento di tutto l’indotto ravennate

“Siamo molto soddisfatti e auspicavamo da tempo la conferma per la realizzazione del centro di stoccaggio di CO2 (il più diffuso dei gas serra responsabili dei cambiamenti climatici) a Ravenna, conferma arrivata ieri dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante la conferenza stampa al termine degli Stati Generali. Ravenna ha tutte le carte in regola per cogliere questa sfida e credere nel percorso di transizione energetica, che saremo in grado di mettere a disposizione di tutto il nostro Paese. A conferma di ciò è utile ricordare le due importanti manifestazioni che si svolgono a Ravenna, REM e OMC, che già da diversi anni pongono in evidenza le nuove sfide legate all’energia. Dentro a questo progetto serve il coinvolgimento di tutto l’indotto ravennate, un grande patrimonio di professionalità, tecnologia e specializzazione riposto nei lavoratori e nelle imprese del distretto energetico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da michele

    Attenzione che non sia uno specchietto per allodole , si chiudono tutte le attività di estrazione del gas naturale per avventurarsi in un progetto di cui non si conosce ancora un cammino e non si sa se andrà a buon fine, così si accontentano quelli che non vogliono le trivelle.

  2. Scritto da Mattia

    Vorrei sapere di più su questo progetto di CCS, come mai non è nemmeno menzionato un riferimento? Di che si tratta? Se il proposito è avere il più grande centro di cattura e stoccaggio della CO2 al mondo, allora avranno sicuramente fatto studi al riguardo!

  3. Scritto da Marco74

    Il presidente Conte annuncia il tutto ovviamente in accordo con De Scalzi.
    Il sindaco non sapeva nulla?
    Oppure non ha voluto dire nulla per non rovinare la sorpresa!!!
    per chi non lo sapesse di solito per fare andare bene ad un’ amministrazione qualcosa c’è sempre il mercato delle vacche!!
    Io ti concedo questo e tu mi dai quello!! ed ovviamente ci sarà stata la tratta della concessione!!
    Quello che mi fa riflettere!! Lati positivi andiamo a spostare dall’aria al sottosuolo Co2, quindi non ad eliminare , sicuramente ha il suo riscontro positivo ma fino quando L’Asia inquina come pochi risolveremo poco!!
    Possibilità di creare instabilità alla placca Adriatica? Non è quella dei denti !!! Ma terremoti!! E speriamo che non ci sia una fuoriuscita perché in spiaggia troveremmo molto pesce a gratis!!! Dimenticavo !! In Germania viene usata per fare metano sintetico quindi usata !per creare energia!!

  4. Scritto da Alan

    2025…..sarei curioso…..e stupito assai di trovare qualcosa di concreto a quel tempo.