Ravenna, i 10 anni di Coop Sole: col fotovoltaico ha evitato l’emissione di 5 mila tonnellate di Co2 foto

Più informazioni su

Era il primo ottobre 2011 quando è stato inaugurato l’impianto fotovoltaico di Bosco dell’Impero realizzato da Coop Sole nella discarica esaurita di Herambiente a Ravenna lungo la statale Romea. L’impianto è infatti gestito dalla cooperativa Coopsole che ha fra i propri soci la Federazione delle Cooperative della provincia di Ravenna, Terre di Cevico, Coop Alleanza 3.0 e il Consorzio Ceir. Si è trattato di uno dei primi impianti realizzati su discariche esaurite che ha consentito di rinnovare la funzione produttiva di un sito peraltro già dotato di infrastrutture utili anche per la produzione di energia rinnovabile.

Il parco fotovoltaico è formato da 4350 pannelli per 1000kw di potenza, si estende su un’area di 2,5 ettari 10km a nord di Ravenna dove sorge una discarica esaurita gestita da Herambiente Spa (società del Gruppo Hera). La sua produzione può soddisfare il consumo medio di 250 famiglie e, in questi anni, ha evitato l’immissione nell’aria di circa 5000 tonnellate di Co2, per questo Coop Sole rappresenta l’impegno dei cooperatori di Legacoop Romagna per un futuro sempre più sostenibile e di minor impatto ambientale.

Il breve momento conviviale di oggi è stato l’occasione per rinnovare l’impegno della cooperazione di Legacoop Romagna sui temi della sostenibilità ambientale ed è stato inoltre l’occasione per presentare ai soci il nuovo sito www.coopsole.ra.it che, oltre a una parte pubblica e aperta a tutti, contiene una sezione a loro riservata.

Più informazioni su