Approvato all’unanimità l’accordo tra Comune e Ravenna holding per valorizzazione terreno per la nuova caserma dei carabinieri a Marina

Approvato all’unanimità l’accordo tra Comune e Ravenna holding per la valorizzazione del terreno su cui costruire la nuova caserma dei carabinieri a Marina

Nella seduta di ieri 20 ottobre, (per chi volesse rivederla http://bit.ly/archivio-sedute-cc ) il consiglio comunale ha approvato l’ “Accordo tra Comune di Ravenna e Ravenna holding spa per la valorizzazione patrimoniale di immobile sito a Marina di Ravenna all’incrocio fra le vie Marmarica e Statale 67 via Trieste per la realizzazione di una caserma da mettere in disponibilità all’Arma dei carabinieri”.

La delibera è stata approvata all’unanimità dei 29 consiglieri presenti. Ha illustrato il documento Massimo Cameliani, assessore al Patrimonio. Per quanto riguarda i contenuti dell’Accordo e il progetto collegarsi al link http://bit.ly/accordocasermaccmarina

Sono intervenuti nel dibattito: Alvaro Ancisi (Lista per Ravenna), Mariella Mantovani (Art.1 –Mdp), Lorenzo Margotti (Pd), Daniele Perini (Ama Ravenna).

Il gruppo Lista per Ravenna, nell’annunciare il proprio voto favorevole, ha rivendicato il ruolo delle opposizioni nella scelta della nuova collocazione inizialmente prevista nel centro civico di Marina a suo avviso non consona al luogo e al suo raggiungimento.

Il gruppo Articolo 1 – Mdp ha rappresentato la contrarietà alle affermazioni di Lista per Ravenna in quanto la scelta del centro civico, che non era così negativa come si vuol far credere, era fondata nella ferma volontà dell’amministrazione di mantenere la caserma a Marina.

Il gruppo Pd ha espresso la propria soddisfazione sottolineando il notevole significato che la caserma riveste nel presidio di tutto il territorio comunale, il ruolo fondamentale di Ravenna holding e la capacità dell’amministrazione di portare a compimento progetti e opere importanti.

Il gruppo Ama Ravenna ha fatto presente che in questi anni in Italia sono state chiuse centinaia di stazioni dei carabinieri mentre nulla del genere è successo a Ravenna dove invece si cerca di mettere le caserme nella migliore condizione possibile dal punto di vista strutturale e funzionale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lorenzo

    milioni di parole e di carte e neanche un mattone.