Valsoia firma accordo con De.Co Industrie per acquisizione di “Loriana”, seconda marca italiana delle “Piadine ambiente”

L’accordo prevede l’acquisto del ramo di azienda con efficacia dal 31 dicembre 2020

Valsoia S.p.A. (MTA: VLS), Società di riferimento nel mercato italiano dei prodotti per l’alimentazione salutistica, quotata sul Mercato MTA gestito da Borsa Italiana, ha perfezionato in data odierna un accordo preliminare con De.Co INDUSTRIE Soc. Coop. P.A. per l’acquisto del Ramo di azienda relativo al secondo player nel mercato italiano delle Piadine ambiente, a Marca “LORIANA”. Il Ramo di azienda sarà trasferito per un controvalore pari a 12,98 milioni di Euro oltre al capitale circolante netto a servizio del Ramo. L’operazione, che non prevede la cessione di crediti o debiti finanziari, è integralmente finanziata con risorse già disponibili di Valsoia S.p.A.: per tale motivo non si prevede alcuna forma di assistenza finanziaria.

È previsto che l’operazione venga perfezionata nei prossimi giorni ed avrà efficacia a partire dal 31 dicembre 2020. Sino a tale data l’attività di distribuzione dei prodotti proseguirà in capo al venditore ed alla sua rete commerciale. L’accordo prevede che la produzione della piadina LORIANA proseguirà presso De.Co Industrie negli attuali stabilimenti di Forlì, mantenendo inalterata l’esistente filiera di approvvigionamento, interamente tracciata. L’acquisizione del Ramo “LORIANA”, seconda Marca a valore nel mercato delle “Piadine ambiente”, costituisce un’operazione di significativa valenza strategica per Valsoia, e va a rafforzare la sua Divisione Food insieme alle altre Marche: “Santa Rosa” e “Diete.Tic”.

LA PIADINA LORIANA

La piadina LORIANA, lanciata sul mercato agli inizi degli anni ’70, nasce in Romagna a Forlì e vanta una presenza consolidata nel mercato italiano, con un fatturato previsionale di fine 2020 in crescita e superiore ai 9 milioni di euro. Il suo successo maturato in 50 anni di storia vede il continuo aumento del numero di famiglie trattanti ed è riconducibile alla unicità del prodotto che mantiene immutate qualità e tradizione di origine. Ancora oggi la produzione avviene solo con farina di grano romagnolo.

Lorenzo Sassoli de Bianchi, presidente di Valsoia, ha dichiarato: “Valsoia valorizza ulteriormente la tradizione alimentare italiana con la piadina Loriana dopo aver riportato in Italia le confetture Santa Rosa e dopo l’acquisizione del dolcificante Diete.Tic. Valsoia aggiunge così al suo portafoglio una Marca con posizionamento Premium, secondo player a valore nel mercato delle piadine. Loriana ha ancora importanti opportunità di crescita in Italia ed all’estero in un segmento di mercato dinamico, portatore di valori positivi legati alla bontà, versatilità e tradizione del prodotto.” Per l’operazione Valsoia è stata assistita da KPMG sugli aspetti di dual diligence contabile e dallo Studio Legale Rinaldi associati in qualità di consulente legale.

Valsoia S.p.A. (www.valsoiaspa.com) fondata nel 1990, ha sviluppato originariamente il mercato italiano dei prodotti alternativi vegetali ed è oggi società di riferimento nel mercato dell’alimentazione salutistica in Italia. Il Marchio Valsoia rappresenta, per il consumatore, innovazione ed attenzione alla salute attraverso prodotti buoni, naturali e sani. Dal 14 luglio 2006, Valsoia S.p.A. è quotata sul mercato MTA organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. Nel 2011 Valsoia ha acquisito Santa Rosa, Marchio storico nei segmenti delle confetture e delle conserve di pomodoro con la Marca Pomodorissimo (questa ultima in licensing dal 2018 alla Società Cooperativa Conserve Italia). Nel 2017 ha acquistato la Marca Diete.Tic, Leader nel segmento liquido delle alternative allo zucchero. Inoltre, è lo storico distributore in Italia della Marca inglese Weetabix, cereali integrali per la prima colazione. Valsoia S.p.A. nel semestre terminato al 30 giugno 2020 (fonte: Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020) ha realizzato Ricavi di Vendita pari a 43,4 milioni di euro (+ 17,2% rispetto al pari periodo anno precedente) ed ha registrato una Posizione Finanziaria Netta positiva pari a 25,8 milioni di euro.