Ravenna. Ecogest dona tablet ai figli degli operai

Più informazioni su

Si aggiunge una nuova iniziativa alle attività di welfare aziendale lanciate da Ecogest spa in questi mesi a favore dei propri dipendenti per fronteggiare le difficoltà legate al difficile periodo dell’emergenza Covid.

La proprietà, che fa capo alla famiglia Molinari, ed il CdA dell’azienda leader in Italia nella manutenzione del verde stradale ed autostradale, hanno deciso di donare alle famiglie degli operai che ne hanno fatto richiesta, grazie al contributo operativo dell’ufficio del personale, un tablet che consenta ai loro figli impegnati nella didattica a distanza di potere continuare a sostenere l’impegno scolastico quotidiano.

Si tratta di un rinnovato segnale di attenzione verso quanti contribuiscono, quotidianamente, a garantire i servizi offerti da Ecogest lungo la rete autostradale nazionale, ma anche la volontà di riaffermare una visione etica dell’impresa che è sempre stata la bussola dell’impegno imprenditoriale della famiglia Molinari.

“Completeremo le misure di sostegno – ha commentato l’azionista di riferimento, Valerio Molinari – a favore dei nostri dipendenti e delle loro famiglie con un’importante iniziativa che riguarda la loro copertura assicurativa e che presenteremo nei prossimi giorni. Intanto, fornire la soluzione ad uno dei problemi che affligge oggi tantissime famiglie, impossibilitate a garantire l’accesso tecnologico alle lezioni a distanza per i figli, ci riempie d’orgoglio e ci sprona a proseguire nel nostro impegno imprenditoriale, ma anche etico e sociale”.

Un’ iniziativa che si inserisce in un processo di welfare aziendale iniziato già a marzo di quest’anno attraverso la fornitura di strumenti di assistenza economica permanente a tutte le famiglie del proprio personale operaio: dall’acquisto di libri scolastici per i figli, iniziativa quest’ultima resa possibile anche grazie al sostegno dei programmi di assistenza di Banca Intesa ai quali Ecogest aveva precedentemente aderito, all’azzeramento dei licenziamenti, fino all’aumento degli stipendi del +20%, sull’importo netto nei mesi più bui della pandemia, coincisi con il lockdown, e dunque con le maggiori difficoltà operative.

Entro fine anno Ecogest interverrà anche con una nuova iniziativa assicurativa a favore dei propri dipendenti, completando così il percorso di assistenza e tutela per ciascuno degli uomini e delle donne di Ecogest e per le loro famiglie.

A questi provvedimenti si aggiungono anche le ingenti risorse investite per le attività costanti di sanificazione, igienizzazione e monitoraggio sia delle sedi che dei mezzi ed in favore degli operai, cui peraltro è stato fornito, sin dall’inizio dell’emergenza, ogni tipo di presidio sanitario prescritto dalle norme di prevenzione. L’azienda ha garantito dunque assistenza già durante la prima fase del lockdown, senza aderire ad alcun sostegno di CIG, tra le uniche aziende in Italia del settore.

“Ecogest spa, in conformità alla classificazione di appartenenza ai codici ATECO, ha assicurato e assicurerà i propri servizi di manutenzione e pronto intervento lungo l’intera rete nazionale coperta dall’azienda, offrendo già in passato una campagna di screening mediante test sierologici e tamponi faringei a tutto il proprio personale. Iniziative importanti che mettono in luce lo spirito dell’azienda e la visione etica dell’impresa che anima i propri vertici. Un ulteriore messaggio di serietà nei confronti del territorio e dei propri operai, asset fondamentali per il successo e la crescita aziendale” concludono dall’azienda.

Più informazioni su