Quantcast

Flash mob in piazza del Popolo a Ravenna per Confesercenti e Confcommercio: “Vogliamo lavorare”

Confesercenti e Confcommercio della Provincia di Ravenna organizzano un flash mob mercoledì 10 febbraio, in piazza del Popolo a Ravenna, dalle 10 alle 10:30 “per dare un segnale simbolico ma forte in questo momento così buio – scrivono dalle associazioni di categoria – dove le imprese hanno perso la certezza del lavoro e la positività nel futuro, per far sentire che ci siamo e dietro alle nostre imprese ci sono donne e uomini reali, storie, drammi e sogni.”

“Non neghiamo la situazione drammatica che stiamo vivendo: siamo anzi per il rispetto pedissequo delle regole da parte di tutti, e per dure sanzioni a chi non le rispetta, perché mina il fragile equilibrio che tentiamo giorno per giorno di costruire. Ma chiediamo – dichiarano il presidente di Confcommercio Ravenna Mauro Mambelli e la presidente di Confesercenti Ravenna Monica Ciarapica – di poter tornare a lavorare, non per opportunismo ma per sopravvivere, per responsabilità sociale nei confronti dei nostri dipendenti e delle nostre filiere, per poter continuare a dare valore alle nostre vie ed alle nostre città.”

“I ristori previsti non sono minimamente adeguati a sostenere le nostre imprese: sono una goccia nel mare, mentre spese, affitti e bollette arrivano puntualmente ogni mese. Chiediamo – aggiungono Mambelli e Ciarapica – regole ed opportunità certe su cui organizzare le nostre attività, che non cambino da un giorno all’altro, che non siano inutilmente complesse e defatiganti. Chiediamo di non essere considerati l’agnello sacrificale di questa pandemia, pagando in prima persona gli errori di tutti: siamo per controlli fattivi e diffusi, che permettano di fruire in sicurezza dei nostri locali la cui situazione, al contrario delle abitazioni private, è in ogni momento verificabile.

“Chiediamo – proseguono da Confcommercio e Confesercenti – una prospettiva per la ripartenza perché siamo arrivati al limite, e non possiamo resistere oltre. Posizioneremo 80 tavoli, distanziandoli opportunamente, in piazza del Popolo a Ravenna: chiediamo agli associati di adottarne uno, collocandovi sopra uno o più oggetti e strumenti che rappresentano il proprio lavoro” .

Il flash mob si terrà nel rispetto rigoroso del distanziamento fisico (i tavoli sono a 3 metri l’uno dall’altro) ed evitando ogni assembramento (l’allestimento ed il disallestimento verranno effettuati a scaglioni, con fasce orarie assegnate) ed è aperto alla imprese associate di tutte le categorie. Per questo l’adesione sarà possibile unicamente su prenotazione, fino ad esaurimento delle postazioni previste” concludono Mauro Mambelli e Monica Ciarapica.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da obezio

    Avete tutte le ragioni del mondo, siete i più colpiti dal covid, anche per ragioni logistiche. Giusto le postazioni ma per ogni postazione vogliamo sapere il reddito dichiarato nel 2019 e i ristori ottenuti fino adesso, tanto per farci un’idea.
    Oggi ero in collina tavolo di amici di 6 persone non credo tutte conviventi…quindi difficile per tutti applicare le disposizioni.