Quantcast

Green pass, le palestre di Ravenna si preparano: abbonamenti sospesi o sport all’esterno per chi non ce l’ha

Più informazioni su

Da venerdì 6 agosto sarà obbligatorio esibire il Green pass per svolgere attività sportiva all’interno di strutture chiuse e palestre che non dispongono di aree esterne, secondo quanto diposto dall’ultimo DPCM governativo al fine di contrastare la diffusione del Covid-19. A Ravenna, i titolari e gestori delle palestre sono impegnati da settimane per formulare ed organizzare le nuove modalità di ingresso e così anche per la gestione degli abbonamenti ad oggi in corso di validità.

“Per motivi logistici, non abbiamo ancora richiesto il Green pass – spiega Andrea Dradi, uno dei titolari del centro sportivo Life Planet in via Canalazzo -. Partiremo direttamente dal 6 agosto. Venerdì mattina, infatti, bloccheremo tutti gli abbonamenti in modo che nessuno dei nostri clienti potrà entrare automaticamente, ma solo dopo aver esibito il QR code sul cellulare o il certificato cartaceo che attesti la vaccinazione. Abbiamo scaricato le applicazioni, così da rilevare subito il Green pass a chi lo esibirà tramite smartphone, protocolleremo invece i certificati vaccinali cartacei, così da averli in archivio e poterli sempre aggiornare.”

“Posso dire che, attualmente, in base al riscontro ricevuto in queste settimane, solo il 10% dei nostri clienti non ha a disposizione il Green pass, perché non si è vaccinato. Per quanto riguarda gli abbonamenti – prosegue Dradi – Life Planet offrirà due soluzioni agli utenti senza certificato: la possibilità di congelare la tessera e riprendere in seguito, una volta effettuato il vaccino o a data da destinarsi, oppure continuare ad allenarsi nella nostra area esterna attrezzata. C’è addirittura chi ha deciso di effettuare un tampone a settimana e nelle 48 ore successive fare due allenamenti in palestra, in modo da non sospendere l’abbonamento”.

“Siamo ancora un po’ in alto mare, – spiegano invece dalla palestra Euritmica di via Flammarion Camille , stiamo definendo tutto in questi giorni. Sicuramente, per gli accessi in struttura, dal sei agosto rileveremo il Green pass tramite QR code o archiviando i dati del materiale cartaceo presentato, così da procedere sempre tramite nominativo. Per la questione abbonamenti, stiamo aspettando una risposta dai nostri referenti per capire come organizzarci, se bloccarli e riattivarli in seguito, oppure se rimborsare il costo a chi non dispone del Green pass. Abbiamo fatto domanda anche per svolgere attività nei nostri spazi all’esterno, che eventualmente bisognerà attrezzare. Le direttive di quest’ultimo DCPM, com’è già successo durante i mesi di chiusura a causa del lockdown, ci mettono nuovamente in grande difficoltà. Per dirne una, abbiamo ancora attivi abbonamenti dal 2019″.

Spostandoci infine al Gymnasium di via Mario Marani, il centro sportivo ha iniziato a richiedere il Green pass da circa una settimana, richiesta che diventerà effettiva dal sei agosto. “L’abbiamo fatto – spiegano dalla reception – per preparare i nostri clienti, visto che da venerdì sarà obbligatorio esibirlo per accedere in palestra. Anche noi rileveremo il certificato vaccinale tramite QR code oppure ritirando il cartaceo e salvando tutti i nominativi. Chi non è ancora vaccinato, potrà decidere di sospendere l’abbonamento e riattivarlo dopo la vaccinazione o se ci saranno modifiche nelle normative”.

Più informazioni su