Quantcast

Coviro, operatori internazionali in visita ai campi di asparagi: il sindaco di Cervia accoglie la delegazione

Più informazioni su

Successo per l’iniziativa organizzata nell’ambito dell’International Asparagus Day, il summit internazionale svoltosi in concomitanza con l’edizione 2021 di Macfrut, il Salone riminese dedicato all’ortofrutta, e che ha coinvolto direttamente Coviro.

Oltre all’allestimento di uno stand espositivo in Fiera, l’azienda romagnola ha infatti ospitato un nutrito gruppo di vivaisti, agricoltori e rivenditori, provenienti prevalentemente da Italia, Francia e Spagna, nei campi di CAB Comprensorio Cervese, la cooperativa agricola braccianti che fornisce alla controllata Coviro le zampe di asparago per la commercializzazione.

Dopo una fase di sovrapproduzione negli anni 2000 oggi la superficie mondiale dedicata ad asparagi si attesta intorno ai 215.000 ettari. Uno scenario interessante, poiché si tratta di un’estensione ben al di sotto dei 280.000 ettari necessari a soddisfare il fabbisogno complessivo e che attrae dunque l’attenzione degli operatori di tutti principali Paesi produttori.

Dichiara il direttore generale di CAB Comprensorio Cervese nonché amministratore unico di Coviro Paolo Rosetti: “La CAB Comprensorio Cervese esiste nel territorio da più di 110 anni.Da diversi anni coltiva i propri terreni nel rispetto delle migliori pratiche agronomiche. Ha dedicato più di 50 ettari al ripristino ambientale con la realizzazione di aree boschive e zone umide che sono spesso adiacenti ai campi coltivati creando una realtà agricola unica sul territorio. Attualmente fornisce un importante sbocco occupazionale per oltre 40 famiglie che risiedono nel comprensorio. Attraverso la coltivazione dei vivai, come quello di asparago, permette a Coviro di commercializzare sui mercati 2,5 milioni di zampe di asparago, di cui il 10% destinati all’export”.

“Coviro ha registrato negli ultimi anni una crescita importante ponendo il proprio brand verso nuovi mercati e confermandosi una azienda leader per quel che riguarda la produzione delle piantine di fragola e delle zampe di asparago per il mercato italiano ed europeo”, ha aggiunto il direttore Commerciale di Coviro Marcello Sbrighi.

Il sindaco di Cervia Massimo Medri presente all’iniziativa ha evidenziato: “Due realtà importanti che sono un orgoglio del territorio per il ruolo strategico che ha CAB nel creare impiego e garantire occupazione a tante famiglie contribuendo allo sviluppo locale, e per quello di Coviro, azienda giovane e dinamica, nel contribuire a esportare il nome della città di Cervia in Italia e all’estero”.

CAB Comprensorio Cervese Soc Coop Agr pa (Cooperativa Agricola Braccianti) ha sede amministrativa a Cervia, via Romea Nord 180 (provincia di Ravenna). Attualmente conduce circa 1000 ha sparsi nel territorio del comprensorio cervese ed è specializzata nella coltivazione vivaistica di piante di fragole e zampe di asparago e vivaio bietola per oltre 50 ettari complessivi che avviene in terreni di tipo sabbioso in parte di proprietà del Comune di Cervia. La CAB Comprensorio Cervese aderisce alla Lega Nazionale Cooperative e Mutue, anche tramite la struttura territoriale Legacoop Romagna, sin dagli albori dell’Associazione Nazionale dai primi anni 50, sposandone i principi e riconoscendosi con lo spirito mutualistico della stessa.

Coviro Soc Cons r.l., è una azienda vivaistica, costituita nel 1978, che produce e commercializza materiale vivaistico certificato. Controllata per la maggioranza societaria da CAB Comprensorio Cervese, si occupa della commercializzazione e dell’assistenza tecnica post-vendita delle zampe di asparago e delle piante di fragole. Dal 1987 è riconosciuto come Centro di moltiplicazione nell’ambito della Certificazione Nazionale volontaria della fragola.

Coviro

Più informazioni su