Quantcast

Il sindaco di Massa Lombarda, Daniele Bassi incontra le eccellenze agricole del territorio

Più informazioni su

Il mondo agricolo è un importante asset strategico per lo sviluppo della regione Emilia-Romagna. La competitività del settore è certamente rappresentata dalle cooperative che tanto hanno contribuito, affiancate dai piccoli e grandi produttori che con passione hanno favorito il progresso e la qualità dei prodotti locali.

La pandemia che ha sconvolto il mondo – afferma il sindaco di Massa Lombarda Daniele Bassi – ci ha ricordato quanto sia importante l’agricoltura per la nostra vita. Dobbiamo quindi ringraziare gli uomini e le donne che in questo periodo si sono prodigati per garantire l’approvvigionamento alimentare a tutti.

La visita odierna de “Il sindaco in azienda…” in un’importante impresa agricola massese, confinante con il territorio imolese, condotta e amministrata da Salvatore Cacciatore e dai genitori Nicolò ed Elvira Gianserra, nasce dalla precisa volontà di porre l’accento sul valore del mondo agricolo per il territorio bassoromagnolo.

L’azienda, a conduzione familiare da 53 anni, si sviluppa su di una superficie di circa 50 ettari e si estende anche sul limitrofo comune di Imola in località Osteriola. Vengono prevalentemente coltivate colture cerealicole, orticole e sementiere; rivestono un’importanza decisiva per il buon andamento aziendale le condizioni atmosferiche e, soprattutto, di mercato.

“Quest’anno il costo dei cereali ha subito un’impennata, – afferma Salvatore Cacciatore – in quanto fortemente condizionato dall’aumento di molte materie prime, a partire dai prodotti petroliferi. Ciò produce un effetto domino: concimi, fertilizzanti in genere, carburanti, sementi, sono aumentati in modo esponenziale, mentre i ricavi sono sostanzialmente stabili e ciò è penalizzante, soprattutto per chi, come noi, dedica 7 giorni alla settimana alla conduzione dell’azienda. Appesantiscono molto la nostra attività gli aspetti burocratici – prosegue Salvatore – (anche per quanto riguarda i problemi ambientali come, ad esempio, il piano di controllo della fauna che arreca danni alle colture). La burocratizzazione anche di questi aspetti è sotto gli occhi di tutti, vengono complicati in modo incomprensibile adempimenti semplici e ciò sottrae tempo e denaro”.

Salvatore Cacciatore è attivamente impegnato in ruoli sindacali e di rappresentanza all’interno di CIA Romagna. Infatti, è referente comunale a Massa Lombarda referente regionale CIA nell’ambito del settore sementiero.

Dal punto di vista istituzionale è da due mandati eletto in consiglio comunale a Massa Lombarda e, nella presente legislatura, anche membro del consiglio dell’Unione dei comuni della Bassa Romagna dove riveste l’incarico di presidente della commissione bilancio.

“Incontrare i nostri imprenditori – sottolinea il sindaco Bassi – permette di apprendere aspetti della loro attività che a volte faticano ad emergere, ma che rivestono fondamentale importanza per il consolidamento e lo sviluppo di intere imprese. In questo caso ho incontrato dei cari amici, imprenditori agricoli capaci e appassionati che, come nel caso di Salvatore, dedicano con generosità preziose energie all’impegno istituzionale e di rappresentanza e di questo gli sono grato”.

 

Più informazioni su