Sindaco de Pascale in campo per favorire le autonomie delle Camere di Commercio ed evitare l’accorpamento di Ravenna e Ferrara

Più informazioni su

Il Sindaco di Ravenna Michele de Pascale ha scritto una lettera a diversi Senatori e Senatrici a sostegno all’emendamento in Finanziaria presentato dalla Senatrice Paola Boldrini volto a favorire le autonomie delle Camere di Commercio ed evitarne il processo di accorpamento. Questa misura riguarda in particolare Ravenna. Come è noto il Sindaco di Ravenna non è favorevole alla fusione fra Ravenna e Ferrara e ne ha chiesto il congelamento.

LA LETTERA

“Gentilissimi Senatori, gentilissime Senatrici, esprimo il mio più totale sostegno all’emendamento in Finanziaria presentato dalla Senatrice Paola Boldrini volto a favorire le autonomie delle Camere di Commercio e ad evitarne il processo di accorpamento. Dopo il messaggio indirizzato lo scorso giugno al Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti per arrestare la fusione delle Camere di Commercio di Ravenna e Ferrara, sono a sostenere con rinnovata convinzione la necessità di una revisione della riforma, così da consentire agli enti camerali “sani” il mantenimento di un’autonomia provinciale atta a tutelare con maggiori garanzie le peculiarità dei territori e lo sviluppo delle imprese. Vi rivolgo oggi quindi un appello affinché voi tutti e tutte sosteniate questo emendamento. L’occasione è gradita per porgere cordiali saluti.” Firmato: Michele de Pascale.

Il Sindaco ha indirizzato la missiva a Alberto Balboni, Teresa Bellanova, Anna Maria Bernini, Lucia Borgonzoni, Maurizio Campari, Stefano Collina, Marco Croatti, Vasco Errani, Daniele Manca e Michela Montevecchi.

Più informazioni su