Turismo. La Regione E-R chiede un rapido intervento del Governo. Assessore Corsini: “Settore più colpito”

La pandemia continua a mettere a dura prova il settore turistico, in Emilia-Romagna e nel Paese. Così la Regione, con l’assessore al Turismo Andrea Corsini, chiede un rapido intervento al Governo.

“Purtroppo, oggi il settore turistico è quello più colpito, tra le attività economiche, dal perdurare della pandemia. Occorre- afferma l’assessore Corsini rivolto all’Esecutivo– una proroga retroattiva dal 1^ gennaio della Cassa integrazione guadagni per i lavoratori del settore. Inoltre, è necessaria anche la proroga al prossimo 31 dicembre della moratoria sui mutui bancari con la sospensione del pagamento delle rate”.

“Inoltre- prosegue– bisogna mettere in campo ulteriori ristori per gli alberghi per consentire il recupero almeno di una parte delle mancate entrate dei mesi di dicembre2021 e gennaio 2022 alla luce delle cancellazioni e riduzioni di soggiorni e la sospensione di viaggi registrate soprattutto tra Natale, Capodanno ed Epifania”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Babbeo

    Ma quali ristori e ristori? hanno voluto riaprire in sicurezza? Eccola qua la sicurezza! la sicurezza di fallire!

  2. Scritto da fagiolino

    Più spieggia libera e meno ristoranti puzzolenti di fritto di pesce sulla spiaggi diversamente i tedeschi e i turisti benestanti cosi desiderati, non verranno mai!