Quantcast

Faenza. Ricerca e innovazione: le ricadute degli investimenti regionali

ACMEC, LiBER, FireMat: giovedì 27 gennaio il webinar sui tre progetti finanziati dalla Regione Emilia-Romagna, centrali per lo sviluppo dei settori dell’elettrificazione, dell’automazione e dei materiali compositi

Più informazioni su

Ricerca e innovazione: due parole chiave per far crescere la competitività del sistema produttivo emiliano romagnolo. Nell’ambito del POR FESR 2014-2020 e del Fondo Sviluppo e Coesione, sono stati finanziati tre progetti – ACMEC, LiBER e FireMat – che rispecchiano molto bene questo assioma, grazie anche alla stretta collaborazione tra imprese e sistema della ricerca dell’Emilia-Romagna.

Tre progetti che aprono interessanti prospettive per il futuro dell’ecosistema regionale di saperi e innovazione: per conoscerli meglio, Romagna Tech, in collaborazione con il Clust-ER MECH, organizza il webinar “Investimenti regionali in ricerca e innovazione: quali ricadute”, in programma giovedì 27 gennaio, dalle ore 15.00 alle 17.00 nell’ambito del Tecnopolo di Ravenna, sede di Faenza.

ACMEC è nato nell’ambito dell’automazione dei sistemi di produzione: il suo obiettivo è la progettazione e fabbricazione di meccanismi (attuatori e sensori custom) integrati e innovativi, realizzati in modo economicamente sostenibile e flessibile sfruttando i recenti progressi dell’Additive Manufacturing (AM) e delle tecnologie Cyber-Physical (CPS).

LiBER si è inserito invece nel contesto della mobilità sostenibile, proponendo la realizzazione di sistemi tecnologici completi di battery pack (BP) per l’automotive e la movimentazione industriale in Emilia-Romagna. Dal progetto sono nate battery pack costituite da un numero rilevante di celle cilindriche (tra 1.000 e 10.000), a partire da moduli di base prodotti con un processo automatizzato.

FireMat, infine, si concentra sui nuovi materiali compositi per il settore trasporti e costruzioni con relativa qualifica e modellazione per l’applicazione, sviluppando materiali antifuoco per l’alleggerimento a incrementata sostenibilità ambientale e realizzando anche dimostratori in scala rappresentativa di quella reale.

Ad aprire l’incontro saranno il vicepresidente di Romagna Tech Massimo Bucci e la presidente Clust-ER MECH Mariacristina Gherpelli, affiancati da Marina Silverii, direttore operativo ART-ER, che parlerà dei progetti di Innovazione e Ricerca Industriale tra la nuova programmazione e il PNRR.

La prima parte del webinar è dedicata al campo dell’elettrificazione: del progetto LiBER e della diffusione degli accumulatori al litio in applicazioni non automobilistiche parlerà Claudio Rossi (Alma Mater Studiorum Università di Bologna), con Luca di Silvio (Manz Italy) e Giuseppe E. Corcione (Chair della Value Chain ERMES Emilia-Romagna Mobile Electrification Systems).

Seguirà la sessione sull’automazione: su ACMEC, Additive manufacturing e tecnologie Cyber-physical per la Meccatronica del futuro, prenderà la parola Andrea Tilli (CIRI-MAM DEI Alma Mater Studiorum Università di Bologna), con Stefano Selvatici (Marchesini Spa) e Paolo Cominetti (Chair Value Chain DaAMA Digital and Advanced Manufacturing) ad illustrare il processo della trasformazione digitale nel settore delle macchine automatiche, e delle prospettive per il sistema manifatturiero di nuova generazione.

La terza sessione è dedicata ai materiali: il progetto FireMat – nuovi materiali compositi per trasporti e costruzioni, in linea ai criteri di economia circolare – sarà presentato da Claudio Mingazzini (ENEA – Laboratorio Tecnologie dei Materiali Faenza TEMAF), assieme ad un rappresentante di CURTI Costruzioni Meccaniche e Claudio Ricci (Co-Chair Value Chain MAMMER Materiali Avanzati per la Meccatronica e Motoristica).

Le conclusioni sono affidate a Vincenzo Colla, Assessore regionale allo sviluppo economico e green economy, lavoro, formazione, con un intervento dedicato alla Smart Specialisation Strategy regionale (S3) e agli investimenti 4.0 messi in atto dalla Regione Emilia-Romagna, per rispondere alle sfide di Agenda 2030.

La partecipazione al workshop è gratuita, previa iscrizione sul sito di Romagna Tech (https://www.romagnatech.eu/2021/12/22/save-the-date-investimenti-regionali-in-ricerca-e-innovazione-quali-ricadute/); a seguito dell’iscrizione verrà inviato il link per collegarsi.

Più informazioni su