Quantcast

Russi. Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca: Distintivo d’Oro in memoriam ad Achille Bucci

Più informazioni su

Il 18 maggio, nella favolosa cornice del Castello di Praga, nell’ambito della Festa di Gala a cura della Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca, è stata conferita una prestigiosa onorificenza in memoriam ad Achille Bucci: il Distintivo d’Oro, riconosciuto “per la rilevante attività manageriale svolta per oltre vent’anni in Repubblica Ceca e il contributo dato allo sviluppo dell’industria italiana nel paese e per l’instancabile e appassionato impegno profuso nel consolidamento del tessuto associativo italo-ceco”.

Elena Bucci, la sorella, ricorda con emozione quanto suo fratello Achille credesse nella vicinanza e nella collaborazione tra i paesi e tra i popoli, quanto fosse impegnato per l’ideale di un’Europa e di un mondo uniti e in pace, quanto fosse felice della creazione del comitato per i gemellaggi di Russi, suo paese d’origine, e quanto abbia sempre cercato di stabilire un rapporto vivo tra le sue due terre, la Romagna e Praga. In nome di questo ha voluto informare i suoi concittadini e conterranei di questa speciale onorificenza, che riempie di commozione le figlie e tutta la famiglia.

“Il mio caro fratello, del quale continuiamo a scoprire gli innumerevoli talenti, ne sarebbe emozionato e divertito. Appena qualche italiano gli annunciava il suo arrivo a Praga diventava il migliore cicerone che io abbia conosciuto. Sapeva tutto. In Italia apriva la sua casa ai praghesi in viaggio e agli amici che portavano la birra migliore della Repubblica Ceca alla Fira di Sett Dulur. Desiderava creare relazioni, vicinanze, collegamenti. L’ultima volta che era qui, mi disse quanto fosse colpito dagli ultimi sviluppi della politica europea, specialmente se confrontati con i grandi ideali che lo avevano sempre guidato fin da ragazzo. Mi disse che si sarebbe dedicato ancora di più a comunicare ai giovani quanto siano pericolose e mortali le barriere e quanto meravigliosa l’amicizia, sia nel lavoro che nella vita.”

“Achille Bucci è venuto a mancare il 3 ottobre scorso, ma la sua energia generosa e aperta è ancora assai presente: con questo ricordo pensiamo di contribuire a dare coraggio a chi non vuole accettare confini e barriere e desidera conoscere e vivere l’Europa e il mondo, sia viaggiando che restando a casa, ma con i pensieri in volo” scrivono dalla Camera di Commercio e dell’Industria Italo-Ceca).

Più informazioni su