massa lombarda_biennale

Scuola comunale d’arte e mestieri “Umberto Folli”, inaugurazione della Biennale d’arte degli allievi

23/09/22

EVENTO GRATUITO
Sala del Carmine di Massa Lombarda - Via Rustici
Inizio ore 18,30

Attenzione l'evento è già trascorso

Venerdì 23 settembre alle 18.30 alla Sala del Carmine di Massa Lombarda, in via Rustici, sarà inaugurata l’undicesima edizione della Biennale d’arte degli allievi della scuola comunale d’arte e mestieri “Umberto Folli”. Disegno, pittura, ceramica, scultura saranno le arti protagoniste per questa esposizione collettiva che proseguirà fino a domenica 9 ottobre.

La formula di quest’anno prevede contestualmente all’allestimento principale della Sala del Carmine, anche allestimenti in altri tre luoghi della città. Nella sede della Protezione Civile saranno presentate le opere dell’artista Adriano Pirazzini, allievo in passato della Scuola d’arte e mestieri. Al Centro Culturale Venturini saranno esposte alcune sculture per celebrare la Giornata del Contemporaneo. Infine, la Sala delle Arti e della Musica del Centro Giovani JYL, sarà aperta al pubblico per consultare e prendere in prestito i libri relativi all’arte, musica e cinema.

Gli allievi che esporranno le proprie opere sono: Cesarina Asioli, Oriano Filippi, Ruggero Folletti, Giuliana Landini, Sergio Marani, Doriana Ottavi, Nicolò Renda, Rossella Ricci, Samuele Rossi, Stefania Tozzola, Mirella Villa, Roberta Zanelli.

In esposizione al Carmine le opere di disegno, pittura, ceramica e scultura degli allievi e il torchio, realizzato dal professor Folli e da Adriano Pirazzini, che dopo anni sarà riportato in luce nell’undicesima edizione della Biennale grazie alla collaborazione dei volontari della Protezione Civile. La sala del Carmine aprirà ai seguenti orari: venerdì 10-12; sabato e domenica 10-12 e 16-18.30.

Nella sede della Protezione Civile Comunale di Via Saffi, 6 (aperture venerdì 10-12; sabato e domenica 10-12 e 16-18.30) si troveranno in mostra quadri, sculture in legno e ceramiche di Adriano Pirazzini, noto artista e allievo della Scuola d’arte e mestieri dalla fine degli anni 50 fino a metà degli anni 60 del Novecento. L’inaugurazione si svolgerà sabato 24 settembre alle ore 17.30.

Le opere di alcuni allievi della Scuola comunale d’arte e mestieri saranno in mostra anche al Centro Culturale Venturini secondo gli orari canonici di apertura del centro. Le opere esposte in viale Zaganelli parteciperanno sabato 8 ottobre alla Giornata del Contemporaneo, la grande manifestazione promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani e realizzata con il sostegno della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, e la collaborazione della Direzione Generale per la Diplomazia Pubblica e Culturale del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Anche la Biblioteca Venturini, in occasione della XI biennale d’arte, omaggia la Scuola comunale d’arte e mestieri “Umberto Folli” con una mostra bibliografica diffusa nell’atrio del Comune, nella Sala delle Arti e della Musica, e al Centro Culturale Venturini.

Infine, la Sala delle Arti e della Musica presso il Centro Giovani JYL, sarà aperta al pubblico senza appuntamento dal 26 settembre al 6 ottobre nei pomeriggi di lunedì martedì e giovedì dalle 15 alle 18. Sarà l’occasione per consultare e prendere in prestito i libri relativi all’arte, musica e cinema.

ADRIANO PIRAZZINI

Adriano Pirazzini nasce a Massa Lombarda nel 1945 e comincia giovanissimo l’apprendistato in una bottega di falegname. Lì conosce casualmente Umberto Folli, docente all’Accademia delle Belle Arti di Ravenna e alla Scuola serale di Arti e Mestieri di Massa Lombarda, nonché futuro punto di riferimento e amico capace di incoraggiarlo nella nuova prassi della pittura. Si iscrive quindi ai suoi corsi. L’approccio nasce per acquisire ulteriori approfondimenti sulle tecniche del disegno geometrico e della decorazione per aumentare le sue capacità lavorative nell’ambito del suo mestiere di falegname.

L’artista Pirazzini scolpisce in legno bassi rilievi e busti ma non disprezza nemmeno la pittura e la ceramica. È scomparso nel 1992 a Ozzano Emilia.

LA SCUOLA D’ARTE

La scuola d’arte e mestieri di Massa Lombarda, che di recente ha celebrato i 100 anni di storia, rappresenta un punto di riferimento per la comunità e il territorio. Inoltre, le attività proposte sono dal forte valore educativo, culturale e sociale, testimonianza di una radicata tradizione e tensione “al fare artistico e creativo”.

Il covid ha interrotto i corsi serali per adulti che hanno ripreso la loro regolarità nell’anno 2021-22 sotto la guida dell’artista e maestro, Antonio Caranti e di Enrico Folli, con la supervisione della storia dell’arte Lisa Emiliani.

“La Scuola – afferma Emiliani – è un luogo ideale in cui il seme del desiderio e bisogno di ciascuno di dare forma e colore alle idee trova terreno fertile, con apertura a metodi didattici sperimentali, con la guida di figure esperte e il confronto possibile in un cenacolo di anime affini”.

 

Vuoi segnalare il tuo evento gratuitamente?

clicca qui e compila il modulo!