Quantcast

Brisighella, una giornata in Val D’Amone: tre centri in festa

Più informazioni su

Un itinerario suggestivo percorrendo controcorrente la Valle del Lamone. Domenica 18 ottobre tre centri della vallata saranno contemporaneamente in festa. A Brisighella si terrà la 15ma Sagra dell’agnellone e del castrato; a S. Cassiano la 38ma Sagra della polenta e a Marradi la 46ma Sagra delle castagne. Queste manifestazioni, ricche di appuntamenti musicali e culturali, rappresentano una vetrina per l’autunno del territorio.
A cominciare dall’esposizione di ovini e caprini realizzata realizzata a Brisighella dal consorzio per la valorizzazione dei prodotti tipici dell’Appennino Faentino che tutela e valorizza la razza suina Mora Romagnola, presidio Slow Food.

Segue a S. Cassiano la polenta, un piatto semplice e povero che ha nutrito le generazioni passate fino a tempi non lontani e che oggi viene riproposto arricchito di gustosi condimenti a base di manzo, capriolo, cinghiale, funghi e baccalà.

A Marradi sarò di scena il marrone, così importante per la sussistenza della popolazione nell’Alto e Medio Appennino, tanto da essere definito "il pane dei poveri". Ora viene presentato nelle tradizionali leccornie quali il castagnaccio, i marrons glacés, le marmellate, la torta e i tortelli di marroni, le caldarroste.

Queste eccellenze, che possono soddisfare i gusti più diversi dei visitatori, parlano il linguaggio della cultura e della tradizione locale, ma sono anche inserite in un presente che riscopre il piacere della genuinità e proiettate in un futuro che suggerisce interessanti prospettive per la ricerca e l’economia locale.

La cornice di queste sagre è offerta dal paesaggio che in questa stagione è tutto da ammirare, una tavolozza di colori che variano dal verde argenteo degli ulivi, ai toni più scuri delle piante sempreverdi, alle infinite sfumature e calde tonalità della faggeta.

Chi vorrà percorrere, in questa occasione, la vallata del Lamone, avrà anche la possibilità di un viaggio nella storia e nella memoria, sulle orme dei più antichi frequentatori che qui si sono avvicendati fin dalla preistoria, a testimoniare l’importanza di questa via di comunicazione tra Toscana e Romagna. Un doppio filo, costituito dalla strada e dalla ferrovia, si avvolge al corso del fiume Lamone, annullando i confini amministrativi, rinsaldando i legami tra i borghi e tra la gente.

Per informazioni: Pro Loco Brisighella tel. 0546.81166, iat.brisighella@racine.ra.it oppure www.brisighella.org, Soc. Polisportiva e culturale S.Cassiano tel. 339.2227913, sancassiano@email.it, Co.p.a.f. tel. 0546/83116 consorzi576@copaf.191.it, Pro Loco Marradi tel 055.8045170 www.pro-marradi.it , info@pro-marradi.it

Più informazioni su