Le Rubriche di RavennaNotizie - L'opinione

Faenza, terzo appuntamento con i concerti della Scuola Grande San Filippo

Più informazioni su

Terzo appuntamento del cartellone, domenica 1 novembre 2009, nella Sala San Carlo, in piazza XI Febbraio (con ingresso anche da Via Seminario 1), alle ore 17 de Il Seicento Emiliano Collegium ‘In Harmonia Salus’ Ensamble con strumenti originali.

Il prossimo appuntamento con i Concerti della Scuola Grande sarà domenica 8 novembre, Auditorium Torricelli ore 17 con il Recital lirico, vincitori del Concorso "R.Tebaldi 2009" di S.Marino.

I Concerti della Scuola Grande sono un progetto musicale che rappresenta un momento di dialogo con tutte le associazioni storiche della città che operano nel campo della musica classica.

Sette appuntamenti, da ottobre a dicembre 2009, che offriranno altrettanti punti di osservazione dell’universo musicale, nell’intento di trasformare in ricchezza le diverse identità degli stili e delle epoche, così come i gusti e gli interessi del pubblico.

Temi principali della prima edizione saranno un omaggio a S.Francesco in occasione degli 800 anni del riconoscimento della ‘Regola’ con la partecipazione di uno straordinario Arnoldo Foà, la festa di S.Cecilia, patrona della musica e dei musicisti, la tradizione lirica del nostro territorio, la musica del XX secolo, il Natale.

I Concerti della Scuola Grande intendono valorizzare luoghi diversi della città in un abbinamento sempre più appropriato fra la letteratura musicale e gli splendidi spazi architettonici di Faenza.

L’ingresso ai concerti è ad offerta libera ed i fondi raccolti saranno destinati a sostegno dell’attività musicale dell’istituto Magnificat di Gerusalemme.

Collegium in Harmonia Salus

Il ‘Collegium In Harmonia Salus’ è nato per volere di alcuni giovani musicisti che si sono conosciuti in occasione del corso di prassi esecutiva barocca, tenuto dal Maestro Luigi Mangiocavallo, presso il Conservatorio "A. Boito" di Parma nel 2008. Da allora l’ensemble si esibito in numerose rassegne, fra le quali "Armonie tra musica e architettura"(MO), "L’Offerta Musicale"(MO), "Soli Deo Gloria"(RE), riscontrando un grandissimo favore di pubblico sia per le vivaci esecuzioni sia per la giovane età dei musicisti che la compongono. Il rigore stilistico e la fantasia interpretativa sono le peculiarità dell’ensamble oltre alla profonda passione per la musica del ‘600-‘700, volta alla riscoperta di pagine inedite e ad una ‘nuova’ riproposizione dei brani che hanno reso celebre lo "stile italiano" nell’età barocca.

Più informazioni su