Quantcast

Ciotole d’Autore: oltre 3.000 euro raccolti per ANFFAS Faenza e popolazioni terremotate

Più informazioni su

 Si è svolta ieri, giovedì 10 novembre, la cena-asta di beneficenza delle Ciotole d’Autore al MIC – Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza: grande la partecipazione e la generosità dei cittadini, grazie ai quali oltre 3.000 euro saranno donati ad ANFFAS Faenza e al Comune di Montegallo (Ascoli Piceno), comune “adottato” dalla Regione Emilia-Romagna per il terremoto e dove i dipendenti del Comune di Faenza sono già stati a portare un aiuto.

“Siamo molto contenti della grande risposta della città a questo progetto – commenta Massimo Isola, Assessore alla cultura e Presidente di Ente Ceramica Faenza -. Abbiamo lavorato molto in questi anni, in rete con tante realtà del territorio, per avvicinare la ceramica ai cittadini, al loro quotidiano: la grande partecipazione alla cena e all’asta di ieri sera ci conferma il buon risultato di questo lavoro, grazie al quale riusciamo a legare la ceramica alla solidarietà, portando un aiuto ad ANFFAS Faenza, associazione che opera con grande passione e competenza nel nostro territorio, e alle popolazioni colpite dal terremoto nel Centro Italia”.

“Sono tanti i soggetti che hanno lavorato con Ente Ceramica Faenza – continua –  alla realizzazione di questo progetto, tra cui Rotary Club Faenza, all’interno di una proficua collaborazione che si sviluppa anche su altre iniziative, e Strada della Romagna, che opera per la promozione di storia, cultura, arte ed enogastronomia del territorio. Un ringraziamento speciale va anche ai ristoratori che hanno collaborato per la cena e all’Associazione Torre di Oriolo. Questa è l’idea chiave di Ente Ceramica Faenza: radicare la cultura ceramica in città e lavorare insieme ai soggetti attivi sul territorio”.

Le 160 ciotole in ceramica di Ciotole d’Autore sono state donate dai ceramisti partecipanti alla scorsa edizione di Argillà Italia. La cena, dal titolo Zuppa di Stagione al Sapore di Solidarietà, è stata organizzata in collaborazione con Degusti – Associazione ristoratori del comprensorio faentino e Associazione Torre di Oriolo. I ristoranti coinvolti sono: La Baita, La Sghisa, Zingarò, Trattoria Marianaza, Baia de Re, Enoteca Astorre, San Biagio Vecchio, Silverio, La Casetta Brisighella, I Pini di Oriolo, La Madia Granarolo, Casa Spadoni, Agriturismo Ca’ de Gatti, Agriturismo Nasano Riolo Terme, Salto in Bio.

Nato da un’idea di Mirta Morigi, il progetto è organizzato da Ente Ceramica Faenza insieme a Rotary Club Faenza: in questa edizione, grazie alla collaborazione con Strada della Romagna, è stato possibile regalare ai ceramisti partecipanti ad Argillà Italia – che hanno donato le ciotole – vini e prodotti del nostro territorio.

Più informazioni su