Debora Donati è la “Faentina sotto la Torre” e Maria Teresa Montevecchi la “Faentina Lontana”

La Giunta ha assegnato i prestigiosi riconoscimenti per l’anno 2020

Con un po’ di ritardo rispetto al solito per l’impossibilità da parte del Comitato del Faentino Lontano di riunirsi in presenza, causa l’emergenza sanitaria, la Giunta comunale, preso atto delle valutazioni del Comitato stesso in merito alle candidature presentate, ha assegnato questa mattina le onorificenze del Faentino Lontano e del Faentino sotto la Torre per l’anno in corso.

Il prestigioso riconoscimento di Faentino Lontano è andato a Maria Teresa Montevecchi, mentre il Faentino sotto la Torre 2020 è Debora Donati, per un’accoppiata di premiati tutta al femminile. 

Maria Teresa Montevecchi è nata a Faenza il 18 gennaio del 1940 e attualmente risiede a Modena dopo un lungo percorso professionale in ambito medico psichiatrico. Ha frequentato il Liceo Classico “Torricelli” di Faenza, conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Bologna per poi specializzarsi in Neuropsichiatria presso l’Università di Modena, dove inizia la sua carriera presso il locale Policlinico che alla fine degli anni ’60 era considerato una delle scuole più avanzate in campo psichiatrico. Nel 1989, tramite concorso, diventa Primario dei Servizi di Igiene Mentale e di Assistenza Psichiatrica di Modena e circondario. Dopo il pensionamento, nel 1997, Maria Teresa Montevecchi ha continuato a svolgere attività privata ambulatoriale e di consulenza, anche in qualità di perito di ufficio e di parte redigendo perizie rotali presso il Tribunale Ecclesiastico Regionale Emiliano in Modena e in qualità di perito di parte presso tribunali civili per cause di accertamento di genitorialità, affido di minori, ecc.
Fin dal 1967 ha tenuto corsi di insegnamento nel campo psichiatrico-neurologico e di NPI, presso le Scuole di Specializzazione di Modena e Milano. E’ titolare di settantacinque pubblicazioni scientifiche apparse su riviste nazionali e internazionali, ha contribuito alla stesura di alcuni volumi scientifici ed ha partecipato a numerosi Congressi nazionali ed internazionali sulla Neurologia, sulla Psichiatria e sulla Neuropsichiatria infantile.
Attualmente attiva in varie associazioni di volontariato, culturali e di beneficenza, Maria Teresa Montevecchi ha tre figli tutti nati a Faenza che tengono molto alla loro “romagnolità”.

Debora Donati, Faentina sotto la Torre, è nata il 16 luglio 1977. Con il marito Dario Alvisi, malato di SLA, ha fondato l’Associazione “Insieme a te”, di cui è attualmente presidente, una realtà unica nel suo genere in Emilia Romagna che ha l’obiettivo di creare le condizioni affinché la disabilità possa essere vissuta in un contesto di accoglienza, aiutando i malati a trascorrere momenti di svago in riva al mare in ambito familiare.
Grazie al grande lavoro di Debora e dei volontari, l’associazione ha dato vita in questi anni a un bellissimo progetto: “In spiaggia Insieme a Te”, che ha portato alla realizzazione di una struttura balneare attrezzata a Punta Marina (RA) che consente l’accesso in spiaggia e in acqua a persone diversamente abili, malate di SLA e altre malattie invalidanti. La struttura è gestita esclusivamente da volontari e questo contribuisce a creare un ambiente familiare ricco di amore e condivisione dove ogni ospite si sente accolto e i volontari, giovani e meno giovani attraverso esperienze di volontariato tornano a casa arricchiti e pieni di gioia. La spinta che fa muovere Debora è l’amore in primo luogo per suo marito e per la sua famiglia e l’attenzione verso le persone che incontra.

La cerimonia di consegna dei premi al Faentino lontano e al Faentino sotto la torre è fissata per sabato 27 giugno alle 20.45, con sede e modalità organizzative in corso di definizione per poter garantire il pieno rispetto delle prescrizioni sanitarie di sicurezza in occasione di eventi pubblici.