Faenza, accordo elettorale fra Insieme per Cambiare e centrodestra: Paolo Cavina è il candidato sindaco

Più informazioni su

Insieme per Cambiare non finisce di stupire. E dopo avere abbandonato l’alleanza con il centrosinistra ora abbraccia addirittura il centrodestra. Tanto che il nome potrebbe diventare, ad essere maliziosi, Insieme per Cambiare Schieramento. L’annuncio dell’accordo di Insieme per Cambiare e di Paolo Cavina con il centrodestra lo ha dato una nota stampa diffusa dalla Lega in data 28 luglio. “C’è l’accordo: Paolo Cavina è il candidato sindaco per Faenza, designato da un’area che abbraccia tutte le forze di centrodestra e tre liste civiche” così recita la nota. Ne danno notizia il segretario della Lega Romagna, Jacopo Morrone, Andrea Liverani della Lega di Faenza, Bruno Fantinelli di Forza Italia e Alberto Ferrero di Fratelli d’Italia.

“Dopo un’attenta analisi e un proficuo confronto di una vasta area politica e civica – commenta il deputato leghista Jacopo Morrone – abbiamo puntato su Cavina per la Faenza del futuro. Una persona di grande levatura, anche dal punto di vista dell’esperienza amministrativa, che ha posto al centro della propria attività politica principi e valori assolutamente condivisibili per rispondere alle criticità che emergono nell’attuale società, soprattutto in un periodo difficile come saranno i prossimi mesi, quando le ricadute dell’emergenza sanitaria si faranno sentire di più sul piano sociale e economico e quando l’ascolto delle persone sarà fondamentale. Dopo questo primo importante passo, sarà istituito un Tavolo per Faenza, dove far convergere e uniformare le idee e i progetti di cui tutte le forze in campo sono già portatrici in un programma comune”.

Insieme per Cambiare aveva “dato” alla città nel 2010 il sindaco di centrosinistra Giovanni Malpezzi (poi passato nel 2014 al Pd) e nel 2015 aveva mandato in giunta con Malpezzi Domizio Piroddi come assessore all’Urbanistica e alle Attività economiche (entrato però negli ultimi mesi in rotta di collisione proprio con il Sindaco e da questi dimissionato). Malgrado la rottura con Malpezzi, Piroddi si era poi candidato a sostegno di Bonaccini alle regionali di gennaio. Ma evidentemente l’ebollizione dentro Insieme per Cambiare non era finita e i motivi di irritazione verso il Pd e gli alleati non erano affatto sopiti, tanto che la lista aveva annunciato in un primo tempo la sua corsa al centro in autonomia rispetto ai due schieramenti. Poi evidentemente il centrodestra ha saputo trovare gli argomenti giusti per stringere la nuova inedita alleanza e lanciare la corsa a Sindaco di Paolo Cavina.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Antonio Collina

    Per favore niente sedi in pellicceria con questo caldo. A meno che non si voglia VENDERE CARA LA PELLE.