Quantcast

‘Bike-to-work’ e ‘Bike-to-school’. A Faenza terminati altri quattro tratti di ciclo-pedonale in città foto

“Da qualche anno l’amministrazione manfreda ha avviato progetti di mobilità sostenibile per gli spostamenti nei tratti urbani con mezzi non inquinanti. Per mettere in sicurezza i tragitti usati da chi si reca a lavoro o a scuola dalla propria abitazione tra la periferia e il centro e nelle zone adiacenti agli istituti scolastici, dove la commistione tra auto e bici è sempre particolarmente delicata, sono quindi necessarie piste ciclabili o corsie ciclabili” dichiarano dal Comune di Faenza.

“In passato diverse strade, anche in periferia, sono state dotate di questi percorsi dedicati alle biciclette e ai pedoni però con gli anni molte vie che hanno registrato un incremento di traffico e di passaggio di utenti deboli della strada, sono rimaste ‘scoperte’ dalle ciclabili. È per questo che i tecnici del Servizio progettazione infrastrutture e manutenzione del Settore lavori pubblici del Comune di Faenza, anche sulla scorta di alcune segnalazioni raccolte, hanno effettuato una ricognizione delle situazioni per stabilire dove intervenire con delle ‘cuciture’ di nuovi tratti protetti per i tanti utenti delle ‘due ruote’  raccordando così tratti di ciclabili realizzati anni indietro” spiegano.

Nello specifico i tecnici si sono concentrati in questa fase in quattro punti. I lavori hanno riguardato via Boaria, nel tratto fra via Malpighi e via Convertite, dove è stata realizzata una ciclopedonale nella quale è consentito il doppio senso di marcia; qui inoltre si sono razionalizzati e messi in sicurezza ingressi e uscite dei passi carrai che si affacciano sulla strada. Il tratto appena ultimato completa la pista ciclopedonale già realizzata per lunghi tratti in via Boaria, dalla via Emilia Ponente verso via Convertite.
In un secondo intervento, in via Volta, da via Leonardo da Vinci a via Galvani, è stata realizzata, con la segnaletica orizzontale e verticale, quindi disegnando con le classiche righe gialle, una pista ciclopedonale monodirezionale su entrambi i lati della strada.
Anche in via Graziola, nel tratto da via Emilia Ponente a via Sant’Orsola, si è intervenuti allo stesso modo, realizzando, con la segnaletica orizzontale e verticale, una pista ciclabile monodirezionale su entrambi i lati della strada.
Ultimo intervento, in via Manzoni, da via Martiri Ungheresi a via Ghinassi, dove è stata realizzata, anche in questo caso, una corsia ciclopedonale monodirezione nel senso di marcia veicoli, quindi a destra provenendo da piazza San Domenico, cosa che ha comportato lo spostamento, in un altro punto, di alcuni posti riservati alle motociclette e alle bici.

Tutti gli interventi, costatati poco più di 38mila euro, finanziati per il 70% dalla Regione, sono stati portati a compimento nelle scorse settimane.