Faenza. L’assessore Fabbri risponde alla Lega: “su promozione turistica lavoro trasversale fra enti ed operatori”

Chiamata in causa dal gruppo consiliare della Lega, l’assessore al Turismo del Comune di Faenza Rossella Fabbri replica in tono netto alle affermazioni secondo cui, in questo inizio di legislatura, non si sia ancora affrontato il tema del turismo e della promozione di eventi.

“Premesso che non mi pare particolarmente delicato tirare in ballo per polemiche non di merito ma di altra natura, un settore, il turismo, in enorme sofferenza causa le limitazioni covid – dichiara l’assessore – faccio presente che se c’è un ambito che non può che essere frutto di massima condivisione, quello è la promozione turistica e il marketing territoriale. Impossibile, diversamente, definire obiettivi, strategie e progetti comuni, partendo dal coinvolgimento non solo di Faenza ma dell’intera Unione dei Comuni, attraverso un lavoro trasversale a tutti i livelli fra enti ed operatori economici. Per questo mi pare perfino scontato sottolineare che la definizione delle politiche di promozione turistica necessitano, più di altre, di tempi e modi di confronto adeguati, tra l’altro in un periodo del tutto sfavorevole”.

“Davanti a noi abbiamo un lavoro intenso sulle tre direttrici di attrazione turistica principali: ceramica, arte e cultura da una parte, enogastronomia e turismo slow dall’altra a cui si aggiungono le manifestazioni del Niballo e quelle sportive – prosegue la Fabbri –. Senza dimenticare che il 2021 è l’anno delle celebrazioni dantesche. Ma soprattutto abbiamo l’incertezza legata al covid e alla possibilità di svolgere le manifestazioni, per cui dovremo dimostrare grande prontezza, flessibilità e capacità organizzative a seconda delle situazioni. Quindi ripeto: senza condivisioni e sinergie ancora da mettere a punto, forse è meglio una parola in meno che una in più”.

“Rassicuro inoltre la Lega – conclude Rossella Fabbri – che non mancano energie, idee e voglia di fare, come dimostra anche l’azione quotidiana della giunta e del capogruppo in consiglio comunale Alessio Grillini che condivide con me l’esperienza di Italia Viva. Nel caso si esca dalla polemica fine a sé stessa per confrontarsi in maniera costruttiva sui temi, sarò sempre a disposizione”.