Quantcast

Inaugurata, nel Palazzo Comunale di Faenza, la mostra fotografica dell’ITS “Oriani: il mio futuro a colori”

Più informazioni su

È stata inaugurata martedì 7 dicembre, nella Sala delle Bandiere del Palazzo Comunale di Faenza, con il patrocinio del Comune, un’esposizione fotografica dell’Istituto Tecnico Oriani dal titolo “Oriani: il mio futuro a colori”, aperta a ingresso libero fino al 9 gennaio 2022.

Al taglio del nastro, a rappresentanza dell’amministrazione comunale, era presente il Presidente del Consiglio Comunale di Faenza Niccolò Bosi, affiancato da alcuni docenti e alunni dell’istituto faentino. La mostra è stata curata dagli studenti dell’indirizzo Grafiica e Comunicazione in collaborazione con l’indirizzo dei Geometri e gli studenti degli indirizzi “Amministrazione Finanza e Marketing” (AFM), “Sistemi Informativi Aziendali” (SIA), “Relazioni Internazionali per il Marketing” (RIM), Turismo (TUR).

La mostra fotografica nasce con l’intento di raccontare, attraverso dodici immagini fotografiche, i sei corsi dell’Istituto Oriani (quattro per il settore economico e due per il settore tecnologico) e l’offerta formativa che essi propongono.

Sei grandi immagini ritraggono gli studenti intenti a interagire con alcuni oggetti scelti per rappresentare in chiave immaginifica ed evocativa lo stile e le caratteristiche principali di ogni corso. Altre sei immagini sono dedicate alle mani e all’idea dell’agire in vista del proprio futuro.

Le fotografie sono caratterizzate dall’utilizzo mirato del colore nelle due tonalità che rappresentano il Tecnico faentino, il blu e l’arancione.Questi due colori complementari tra loro fungono da legante tra tutti gli scatti in modo da creare un forte impatto visivo oltre che comunicativo: il loro uso simboleggia la complementarietà tra i vari corsi racchiusi in un unicum, che è l’Oriani.

L’allestimento della mostra si sviluppa seguendo le linee perimetrali della pianta dell’immobile che ospita la scuola, riprodotta in scala nella Sala delle Bandiere.

In questo modo la scuola è simbolicamente presente nella sua fisicità mostrando così il contenitore e allo stesso tempo il contenuto: il contenuto sono gli studenti rappresentati dagli scatti fotografici e il contenitore è la scuola come ambiente fisico inclusivo che racchiude al suo interno tutti i corsi e gli alunni che li animano.

Più informazioni su