Bagnacavallo. Ravagli (Pd): alcune doverose precisazioni sull’ordine del giorno riguardante il Fosso Vecchio

A seguito del comunicato diramato dal capogruppo Luca Zannoni (Lega) sull’ordine del giorno riguardante il Fosso Vecchio, interviene Francesco Ravagli, capigruppo del Partito Democratico in consiglio comunale a Bagnacavallo, premettendo che la seduta di Consiglio del 28 luglio presente nel canale Youtube del Comune di Bagnacavallo, è consultabile da tutti i cittadini.

Ravagli spiega che nel comunicato a firma Lega “non si fa alcun cenno al ruolo svolto dal gruppo consiliare del Partito Democratico, una dimenticanza non da poco visto che la richiesta di rinvio dell’ordine del giorno, al fine di poter arrivare all’elaborazione di un testo condiviso, è stata richiesta esplicitamente dal Partito Democratico sia nei giorni precedenti al Consiglio, senza mai ottenere un fattivo riscontro, che durante la discussione”.

“Come ho avuto modo di evidenziare nel mio intervento in aula, la situazione delle acque del Fosso Vecchio è da sempre al centro dell’attenzione del Partito Democratico – sottolinea il capogruppo – . Lo testimoniano l’interrogazione presentata dalle consigliere Tassinari e Zanelli in data 7 maggio 2020 (a cui l’Amministrazione ha dato risposta in data 26 maggio) e il costante dialogo che portiamo avanti con agricoltori e associazioni di categoria fungendo da tramite con l’Amministrazione per ogni tipo di segnalazione riguardante fenomeni anomali”.

“Ribadisco pertanto, a nome del gruppo del Partito Democratico, la piena e convinta disponibilità a sedersi tutti intorno al tavolo per giungere a un ordine del giorno condiviso e unitario sul Fosso Vecchio, mi si permetta però di esprimere un sincero rammarico per il modus operandi della Lega che, pur sapendo del lavoro che stavamo portando avanti come gruppo consiliare, ha deciso di non coinvolgere sin da subito tutte le altre forze politiche, privando quindi l’ordine del giorno di quella condivisione necessaria che serve quando si affrontano criticità come queste. Qualcuno direbbe quindi che la Lega sia alla costante ricerca di visibilità, noi come gruppo consiliare ci auguriamo ovviamente che non sia così, nella speranza che il fine comune sia la risoluzione dei problemi” conclude Ravagli.