Quantcast

Paglia (Sel) a Pini (LN): “Ravenna, la moschea non c’entra nulla, le responsabilità sono altre”

L'onorevole di Sel risponde alla nota di ieri del deputato romagnolo della Lega Nord Gianluca Pini

Più informazioni su

A ciò che aveva scritto Pini, Paglia replica: “Quanto sta avvenendo in Medio Oriente deve preoccupare tutti noi, senza ipocrisie. Preoccupa che Israele trasformi Gaza e i suoi cittadini in un tragico tiro a segno. Preoccupa che Hamas continui a tenere in ostaggio la popolazione di Gaza”.

“Preoccupa  – prosegue Giovanni Paglia – che fra Siria e Iraq possa affermarsi una forza totalitaria, settaria, aggressiva e violenta come lo Stato Islamico. Preoccupa che la Libia sia prossima a diventare l’ennesimo Stato fallito, stavolta a poche miglia dalle nostre coste.

 

Preoccupa che le monarchie del Golfo, alleate di ferro degli USA, continuino a mantenere rapporti stretti con tutti i peggiori gruppi fondamentalisti in campo.

 

Preoccupa che la politica occidentale, che ha responsabilità dirette e recenti in tutto questo, a partire dalla sciagurata dottrina della guerra permanente, non riesca ad immaginare nulla di diverso che cercare una fazione da armare contro l’altra e intanto studiare nuovi bombardamenti. Non si capisce invece cosa tutto questo abbia a che fare con la richiesta dell’On.Pini di chiudere un luogo di culto certo non clandestino, quale è la moschea di Ravenna. Tutto serve infatti in questo momento, fuorché piegare intelligenza e responsabilità alle esigenze della più bassa propaganda, e confondere Islam e fondamentalismo, fingendo peraltro di non sapere che il web, e non certo le moschee, rappresenta oggi il luogo del reclutamento, come ci segnala inequivocabilmente l’intelligence”.

Più informazioni su