Quantcast

Anche il ministro del Lavoro Poletti all’inaugurazione della sede della Confesercenti

Più informazioni su

Folta cornice di pubblico oggi all’inaugurazione ufficiale della sede della Confesercenti di Lugo. Ha aperto la cerimonia il presidente della Confesercenti di Lugo, Giacomo Melandri, che si è soffermato nella descrizione del prestigio dell’edificio e dell’investimento che l’associazione ha voluto fare in un momento di forte restrizione. Presente anche ministro del Lavoro Giuliano Poletti.

Presneti anche il vice presidente della Provincia Paolo Valenti, il presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna Luca Piovaccari, il sindaco di Lugo Davide Ranalli, l’onorevole Alberto Pagani, i consiglieri regionali Mirco Bagnari e Gianni Bessi, il vescovo Tomaso Ghirelli, i sindaci e assessori dei Comuni della bassa Romagna, i rappresentanti delle forze economiche, associative, sindacali, politiche e religiose locali e provinciali.

 

Una sede al servizio delle imprese – 968 metri quadri- 3 sale per formazione – 25 uffici attrezzati -30 persone dipendenti. Servizio paghe, consulenza e assistenza fiscale, patronato Itaco, servizi amministrativi Cescot formazione centro di assistenza tecnica, credito, consorzio energia, rigenerazione, affari generali, sicurezza sul lavoro, convenzioni riservate, alcuni dei servizi rivolti agli associati.

 

Il presidente provinciale Roberto Manzoni ha rimarcato l’importanza di una sede di prestigio in un territorio come quello basso romagnolo dotata di un patrimonio prestigioso di soci e dipendenti Indiscusso l’invito ad ascoltare di più le Associazioni quali portatori degli interessi reali delle categorie rappresentate con l’auspicio ad un sempre maggior coinvolgimento trasparente e partecipato.

 

Non sono mancate le sollecitazioni alla politica locale e nazionale , su alcuni temi molto importanti della categoria quali, l’esigenza di alleggerire la pressione fiscale sulle imprese medie, piccole e piccolissime, sull’esigenza di avere un sostegno (dalle banche) durante il percorso delle star up e sulla necessità di contrastare i fenomeni di concorrenza sleale legati all’abusivismo commerciale’ illegalità nonché sulla maledetta burocrazia.

 

Sulle strategie è emerso forte l’invito alla politica locale di abbandonare la progettazione e la realizzazione di altre ulteriori superfici commerciale nei dintorni anche se precedentemente previste dalla programmazione iniziale.

 

Il Ministro Poletti si è dimostrato molto disponibile ad ha dichiarato alcuni obiettivi immediati del Governo. Sul tema del lavoro ha confermato la volontà di puntare sui contratti a tempo indeterminato come strategia futura per ridare potere d’acquisto e solidità alle famiglie. Riforma della Pubblica Amministrazione, altra imminente riforma assieme a quella della legge delega del terzo settore. Il ministro Poletti ha poi concentrato il suo ragionamento sull’importanza del senso di comunità dove sempre più bisogna ridargli il valore che i nostri vecchi ci avevano trasmesso.

 

Sicuramente ha tranquillizzato i presenti sulla scelta di non aumentare l’Iva. Si è poi complimentato con la Confesercenti per la scelta di trasferire la sede dell’associazione in uno stabile con le caratteristiche innovative. Oltre all’effettivo ed evidente valore funzionale, rappresenta anche un importante segnale di vitalità del mondo imprenditoriale rappresentato da Confesercenti. Rappresenta simbolicamente, anche la volontà dei vostri associati di dotarsi di una struttura organizzativa adeguata a ad agganciare quella ripresa economica che si spera cominci a rendersi concreta – specialmente qui in Emilia-Romagna – e che troverà in questa terra un tessuto imprenditoriale pronto a cogliere la sfida della modernizzazione e dello sviluppo in una realtà economica così importante come è il commercio.

 

Dopo il taglio del nastro è seguita la benedizione del Vescovo e brindisi augurale.

Più informazioni su