Quantcast

Tempistiche dei cantieri pubblici, Alberghini: “Basta penalizzare cittadini e operatori del turismo”

Nel mirino del candidato sindaco della coalizione LpRa-Lega Nord i lavori per la pista ciclabile a Marina di Ravenna, il ripascimento dell’arenile nei lidi nord e la rotonda tra Adriatica e Ravegnana

Più informazioni su

“Non è possibile che il Comune tardi così tanto a realizzare questi lavori pubblici arrivando a farlo a metà aprile, quando la stagione balneare ormai è alle porte e gli operatori del turismo iniziano ad avviare le loro attività – lo dichiara il candidato sindaco Massimiliano Alberghini riferendosi a “i lavori di ripascimento dell’arenile nei lidi nord che limitano l’accesso alla spiaggia, la creazione della pista ciclabile sul litorale di Marina di Ravenna che elimina centinaia di parcheggi, l’annoso problema della costruzione della rotatoria all’incrocio tra la Ravegnana e la statale Adriatica che arrecherà pesanti disagi al traffico in uno snodo già fortemente critico”.

Sono tutti cantieri aperti in queste settimane o in prossimità di apertura proprio a ridosso di due importanti appuntamenti che anticipano la stagione estiva come il “ponte” del 25 aprile e l’1 maggio, quando i turisti iniziano a frequentare la nostra Riviera in attesa dell’estate.

“A Marina di Ravenna e Porto Corsini i gestori degli stabilimenti lamentano che gli interventi di ripascimento della spiaggia vengono effettuati a partire dal mese di aprile, con ruspe e camion al lavoro mentre la gente si vuole godere il primo mare della stagione” afferma Alberghini.

Discorso analogo per la pista ciclabile di Marina di Ravenna. “Vorrei sapere chi ha avuto la geniale idea di aprire questo cantiere ora per concluderlo il 31 maggio – dichiara Alberghini -. Parliamo tanto di destagionalizzazione del turismo, della necessità di attirare turisti in Riviera e nella nostra città anche fuori dall’estate, poi gli impediamo l’accesso eliminando centinaia di parcheggi con un cantiere che poteva essere avviato qualche mese fa”.

Sulla questione della rotonda tra la Ravegnana e la Statale Adriatica, il candidato sindaco Massimiliano Alberghini fa notare che “in questo caso il Comune avrebbe dovuto far sentire maggiormente la sua voce nei confronti di Anas per concordare una diversa programmazione dei lavori. Non oso immaginare cosa potrà succedere nelle prossime settimane quando partiranno i lavori in concomitanza con l’intenso traffico verso il litorale, per non parlare poi dei mesi di giugno e luglio”.

“Il Comune non può penalizzare così pesantemente i cittadini aprendo cantieri poco prima dell’estate e a inizio estate proprio nelle località turistiche – conclude Massimiliano Alberghini -. Questi interventi vanno ripensati sia nelle loro tempistiche che nelle loro modalità di svolgimento, non possiamo trovarci tutti gli anni a discutere dello stesso problema. Il cambiamento che noi vogliamo portare a Ravenna come alternativa al Pd passa anche da una diversa programmazione dei lavori pubblici, fatta con il coinvolgimento dei cittadini e di tutti gli operatori interessati”.

Più informazioni su