Quantcast

Sabato Walter Tocci a Faenza per il NO al referendum

Alle 10.30 nella sala degli ex-Salesiani in via San Giovanni Bosco, 1 a Faenza

Più informazioni su

Il Comitato faentino per il NO alla modifica costituzionale Renzi-Boschi nel referendum del 4 dicembre annuncia l’incontro pubblico, organizzato dall’Anpi sezione di Faenza in collaborazione con il Comitato per il NO, sabato 12 novembre alle ore 10:30 presso la sala degli ex-Salesiani in via San Giovanni Bosco, 1 a Faenza con la presenza di Walter Tocci, senatore della Repubblica che parlerà e dialogherà con i cittadini sul tema “No. Le nostre ragioni”.

 

 

Walter Tocci il 28 luglio nella sua dichiarazione di voto contrario alla modifica costituzionale:
”…..Il paradosso più grande è che da trent’anni i governi ricevono maggiori poteri, ma ottengono consensi sempre minori. La concentrazione del potere non solo non ha portato benefici al Paese, ma viene da pensare che ne abbia assecondato la crisi. Invece di “cambiare verso”, si realizzano i vecchi propositi con maggiore lena: l’esecutivo domina il legislativo, la Camera prevale sul Senato, il premio di maggioranza non è compensato dai diritti della minoranza, i capilista si allontanano dal controllo degli elettori, i voti di chi vince valgono il doppio di quelli di chi perde, il capo di governo o comanda sulla Camera o ne chiede lo scioglimento, facendo pesare la legittimazione ottenuta nel ballottaggio. Infine, ritorna la supremazia dello Stato sulle Regioni. …..”

 

“Il Comitato faentino per il NO – si legge nel comunicato stampa, confortato dallo “schieramento progressista per il No” che si è venuto formando con ARCI, ANPI, CGIL, e con varie associazioni, movimenti politici e partiti che si sono fin dall’inizio schierati per il NO continua, pur con tutti i limiti delle sue forze sia sul piano organizzativo che finanziario a svolgere una quotidiana opera di informazione e di confronto con i cittadini, con il suo banchetto in piazza del Popolo a Faenza il giovedì e il sabato mattina, e nell’Info Point costituzionale (tutti i giovedì dalle 16:30 alle 18:30) che ha approntato nella sede Anpi – Comitato di Faenza in difesa della Costituzione in corso Garibaldi, 2 aperto a tutti i cittadini per confrontarsi e documentarsi con il materiale informativo a disposizione”.

“Ci auguriamo – proseguono – che il nostro ostinato impegno civile serva a ridurre il macroscopico squilibrio di forze a vantaggio dello schieramento per il Sì, dotato di grandi risorse economiche, di presenze televisive massicce, di una spinta governativa martellante, enfatizzata dalla sovrapposizione fra carica di primo ministro e carica di segretario del partito di maggioranza”.

“Segnaliamo – scrivono in fine – inoltre i confronti pubblici con i rappresentanti dei sostenitori della modifica costituzionale che si terranno:

a Brisighella (organizzato dal Comitato Brisighella-Beni Comuni) Mercoledì 9 novembre alle ore 20:45 presso la sala polivalente della Biblioteca in via Pascoli, 1: Per il Sì Salvatore Puzzo e per il NO Alessandro Messina

a S.Lucia (Faenza) (organizzata dal Circolo ARCI S.Lucia, Pd e L’Altra Faenza) che si terrà Giovedì 10 novembre alle ore 20,45 presso il circolo Arci di S. Lucia in via San Mamante, 71: Referendum costituzionale. Le ragioni del sì e del no. Confronto fra Alessandro Messina (per il NO) e sen Stefano Collina (per il Sì)”.

Più informazioni su