Perini (Ama Ravenna) scrive al sindaco: “Un aiuto concreto per Dora Moroni”

Più informazioni su

Il consigliere comunale di Ama Ravenna Daniele Perini ha indirizzato al sindaco Michele de Pascale una lettera per sensibilizzare l’amministrazione comunale sulla situazione della ex valletta televisiva e cantante ravennate Dora Moroni e sollecitare il Governo affinchè la Moroni possa beneficiare della Legge Bacchelli. Riportiamo di seguito la lettera.

Pregiatissimo Signor Sindaco,
avvertiamo quasi l’obbligo morale di sottoporre alla Sua attenzione la delicata e grave situazione in cui versa Dora Moroni, la nota cantante e soubrette televisiva del cui caso già nel 2014 l’Amministrazione comunale di Ravenna, città in cui è tornata a vivere, si interessò, dandole una mano in un cartellone di eventi estivi.

La storia di Dora è, peraltro, ben nota, dal grande successo conseguito nel 1976-77 a fianco di Corrado nella prima edizione di Domenica in, con punte di diciotto milioni di telespettatori, in veste, elemento innovativo, di valletta “parlante”, che presenta, recita, canta e balla, da una popolarità, quindi, altissima e in costante ulteriore crescita, all’incidente automobilistico del 13 luglio 1978 che ne ha compromesso la carriera  e condizionato l’esistenza.

In coma per sei settimane, la Moroni deve affrontare  una lunghissima convalescenza e un complesso intervento chirurgico alla gola per recuperare l’uso della parola; altri momenti di difficoltà segnano la vita della cantante, quali il fallito matrimonio con il collega Christian, la morte nel 1997 della sorella Mary che tanto l’ha aiutata nel lungo periodo di recupero e nel dicembre 2016 la scomparsa della madre Martina, cui era legatissima.

L’artista non ha certo smesso di lottare ma, anche per i problemi economici che l’assillano (non ha ottenuto alcun indennizzo in seguito all’incidente), riteniamo opportuno cercare di aiutarla in maniera concreta.

La richiesta, Signor Sindaco, è di proporre, tramite Lei, il caso di Dora Moroni all’esame del presidente del Consiglio, Gentiloni, ai fini dell’ottenimento del sostegno straordinario previsto dalla Legge Bacchelli (L.440 dell’agosto 1985) a favore di cittadini che versano in stato di particolare difficoltà e che si sono distinti in campo letterario, culturale, scientifico, artistico etc.
Distinti saluti

Daniele  Perini – Capogruppo comunale Ama Ravenna

Più informazioni su