Quantcast

Proposte di Confcommercio Ascom Cervia sulla zonizzazione acustica per una città sostenibile

Più informazioni su

“Confcommercio Ascom Cervia, dopo aver analizzato il Piano Comunale di classificazione acustica, condivide l’obiettivo di rendere la città più sostenibile, in linea con le esigenze della popolazione residente e con le richieste del mercato turistico. Al fine di raggiungere l’obiettivo condiviso della sostenibilità e dell’orientamento alla cosiddetta “smart city”, Confcommercio ha avanzato alcune osservazioni di merito che ha inoltrato al Sindaco seguendo la procedura del metodo partecipativo adottato dal Comune e, in particolare, ha avanzato la richiesta di mantenere la zona turistica in classe 3 e non in classe 4″ – si legge nel comunicato.

 

Tale richiesta è puntualmente motivata nel documento inviato al Sindaco con precise valutazioni tecniche riassumibili in un principio del tutto evidente: poiché Cervia è un Comune turistico, come dimostrano chiaramente i dati dell’aumento demografico dovuto al turismo, essa rientra a tutti gli effetti nella classe 3, riservata alle località a vocazione turistica, mentre la classe 4 comprende per lo più strade di grande comunicazione, passanti e tangenziali di autostrade, ovvero infrastrutture destinate a regolare il traffico di scambio tra territorio urbano e extraurbano”.

 

La zona turistica cervese, fatta di strade di quartiere e interquartiere, ha l’assoluta necessità di veder garantito un livello di convivenza adeguato alle dinamiche turistiche, livello che solo l’inserimento in classe 3 consente, prevedendo da norma una minore intensità dei rumori nel rispetto della residenzialità e dell’ospitalità turistica. Confcommercio, pertanto, ritiene fondamentale questo delicato passaggio più volte segnalato all’amministrazione comunale e chiede al Sindaco di adoperarsi affinché esso venga recepito con l’adozione della classe 3″ conclude il comunicato del Confcommercio Ascom Cervia.

Più informazioni su