Quantcast

Via Trieste pericolosa. “Anas ripristini la segnaletica orizzontale”: lo chiedono La Pigna e LpRa

Più informazioni su

Sia la lista civica La Pigna che Lista per Ravenna si sono mobilitate in questi giorni di festa per richiedere interventi urgenti su via Trieste che, dopo l’esecuzione di alcuni lavori di ripristino della pavimentazione stradale, si trova ancora senza le linee di mezzeria e quelle che delimitano i bordi della carreggiata, causando pericolo per gli utenti della strada, soprattutto allo scendere della sera, quando cala la visibilità ed in presenza di nebbia.

“La vigilia di Natale – spiega Alvaro Ancisi (LpRa) in una nota – un concittadino ha pubblicizzato, firmandosi “Michele”, il seguente messaggio: “La segnaletica è inesistente nel tratto di strada tra la rotonda ‘del parcheggio scambiatore’ verso il mare e il ponte della Sarom in via Trieste. Sono iniziati i lavori di asfaltatura, da mesi interrotti varie volte e ancora non terminati (chissà se accadrà e quando) e nei giorni di nebbia è molto difficoltoso percorrere quel tratto di strada, priva anche di illuminazione. Aspetteranno come sempre che prima succeda qualcosa di grave… anche perché devi prendere come punto di riferimento il fossato ai lati, poco visibile anche quello!”. L’allarme, oltre ad essere stato largamente rilanciato via internet sui social, tra l’altro sulla pagina facebook del Comitato cittadino di Marina di Ravenna, è pervenuto da più parti anche a Lista per Ravenna, con la richiesta che il Comune di Ravenna attivi al riguardo ogni immediato intervento, necessario a che siano ripristinate, su questo tratto di viabilità extraurbana ad intensa percorrenza, le indispensabili condizioni di sicurezza, in mancanza delle quali, soprattutto in orario notturno, l’assenza delle strisce longitudinali, centrale e laterali, rende altissimo il rischio di incidenti”.

“Ritengo che tale intervento – aggiunge Ancisi – debba innanzitutto far capo, a titolo almeno istruttorio, alla Polizia municipale, che anzi, attraverso i suoi presidi di vigilanza sul territorio, avrebbe già dovuto allertarsi ed attivarsi in proposito, anche collegandosi con la Polizia stradale. Infatti, le centrali operative delle forze dell’ordine dovrebbero essere obbligatoriamente in possesso dell’ordinanza disposta dall’ ANAS (di cui comunque chiedo fin d’ora copia a codesta Polizia municipale), che definisce, tra l’altro, la denominazione dell’impresa esecutrice dei lavori, nonché il loro inizio e termine, e da cui si potranno desumere e sanzionare le violazioni eventualmente compiute al codice della strada e al suo regolamento di esecuzione”.

“Confido che la Polizia municipale intervenga da subito, dando anche alla cittadinanza le dovute e necessarie informazioni – conclude Ancisi -. Chiedo inoltre di riferirmi appena possibile quali provvedimenti abbia conseguentemente adottato. Mi riservo, successivamente alla conoscenza della situazione e degli atti, di sollevare in sede politico-istituzionale, nei confronti dell’ANAS, il problema più generale dei ripetuti allungamenti del termine di fine lavori nel cantiere in questione”. 

Secondo la Lista Civica La Pigna “i recenti lavori di manutenzione alla pavimentazione di via Trieste, nel tratto di competenza Anas, hanno determinato maggiori rischi per i ravennati che la percorrono. Diversi cittadini, infatti, ci hanno segnalato che la strada, oltre ad essere priva di illuminazione, non presenta l’obbligatoria linea di mezzeria e di delimitazione dei bordi della carreggiata. Questo fatto, unito al buio e alla nebbia, rendono la strada molto più pericolosa di quanto non lo fosse già.”

“Poiché tale tratto insiste nel territorio del Comune di Ravenna, chiediamo che il Sindaco de Pascale intimi ad Anas, attraverso l’utilizzo degli strumenti che la legge gli consente, di mettere al più presto in sicurezza via Trieste. Lo stesso dicasi per il tratto antistante le scuole di Marina di Ravenna, dove le strisce del passaggio pedonale non sono ancora state eseguite causando una situazione di serio pericolo per i bambini” conclude la nota della Lista Civica La Pigna.

Più informazioni su