Elezioni. Daniele Bassi tenta di far vincere il centrosinistra a Massa Lombarda per la quarta volta

Più informazioni su

Daniele Bassi, Sindaco uscente, tenta di riconquistare la guida di Massa Lombarda candidato da una lista civica di centrosinistra con un nome che è un auspicio: “Il futuro in Comune”. E per lui si tratterebbe della quarta volta, poichè è già stato Sindaco per due volte prima di Linda Errani e una volta dopo la stessa Errani. Sulla sua strada un solo ostacolo, la lista di centrodestra “Uniti per Massa Lombarda”, a trazione leghista, che candida Maria Elena Morra.

 

Daniele Bassi lei è già stato sindaco. Pensa che la sua esperienza sia utile o sia un problema in tempi che esaltano il cambiamento?

“Ritengo che l’esperienza maturata in questi anni al servizio dei cittadini possa rappresentare un valore aggiunto, soprattutto in una fase dove bisogni, aspettative, speranze dei cittadini mutano con frequenza sempre maggiore. E ritengo che quanto concretizzato in questi anni a favore di una crescita equilibrata ed equa di Massa Lombarda sia frutto anche di questa esperienza. Quindi l’esperienza è utile. “

Non teme, in un comune come Massa, l’effetto giallo-verde come nella vicina Imola?

“Io mi fido dei miei concittadini. Massa Lombarda può vantare servizi di qualità, un territorio curato adeguatamente e un’amministrazione vicina ai cittadini, che esprime competenze adeguate a rappresentare in ogni contesto le questioni più rilevanti della comunità. Imola sta dimostrando quanti danni può compiere l’improvvisazione unita all’arroganza. Ne sono ben consci i 22 comuni, Massa inclusa, soci di Con.Ami insieme a Imola. Parole come rispetto istituzionale, collegialità, disponibilità all’ascolto sono sconosciute al sindaco di Imola. Non è un caso la confusione che regna sovrana, con ben 4 assessori dimissionari in pochi mesi (un autentico record negativo) che hanno gettato nella confusione i riferimenti istituzionali di una città importante come Imola.”

 

Sindaco Bassi, può tracciare un bilancio degli ultimi cinque anni di governo? Come è cambiata Massa Lombarda?

“Ora Massa è migliore da ogni punto di vista e questo anche grazie a quanto realizzato da chi ci ha preceduti. Non a caso abbiamo ridotto l’indebitamento del 32% in 5 anni, siamo il comune della provincia con la più alta percentuale di raccolta differenziata, uno dei pochi comuni della nostra provincia a cui è stato riconosciuto il titolo di Città che legge, in quanto sappiamo promuovere con tenacia la lettura e le iniziative che avvicinano i più giovani ad eventi di questo genere, siamo riusciti ad abbassare del 2,3% la TARI sia per le utenze domestiche che per le imprese, abbiamo aumentato qualità e quantità dei servizi. E questo solo per fare qualche esempio.”

Quali sono le tre cose realizzate in questi anni di cui è più fiero?

“La riqualificazione e messa in sicurezza di punti degradati con una proficua collaborazione tra vari livelli istituzionali e i privati; aver reso ancor più solido il bilancio comunale chiudendolo senza dover ricorrere a forzature contabili; il rapporto di reale e fattiva collaborazione tra il nostro prezioso mondo associativo, con la consapevolezza di dover migliorare ulteriormente quanto già di buono abbiamo fatto.”

 

Da destra siete stati attaccati invece sulla sicurezza e sull’accoglienza dei migranti. La Lega ha più volte picchiato duro sui Sindaci perché troppo buonisti nell’accogliere. D’altra parte lei passa per essere un po’ “sceriffo” tra i suoi colleghi sindaci. Qual è la sua posizione?

“Non mi sento certo uno “sceriffo”, ma mi piace il rigoroso rispetto delle regole e chi tenta di trasgredirle prendendo in giro i propri concittadini e le istituzioni non ho timore di contrastarlo anche in modo diretto ed esplicito, sicuramente senza timore alcuno. Per il resto credo che la Lega, Fratelli d’Italia e le formazioni minori di destra, stiano creando molti danni, non solo perché alimentano odio e paure solo per lucrare consenso, ma perché non favoriscono vere e proprie politiche utili ad elevare la sicurezza reale. Noi invece alle sconclusionate urla della Lega abbiamo risposto con investimenti mirati (varchi, telecamere per la video sorveglianza di qualità, targa system per intercettare chi non ha il veicolo assicurato, revisionato o sottoposto a sequestro amministrativo, solo per portare alcuni esempi concreti), unitamente ad una forte collaborazione tra i Comuni e la Prefettura, che ci ha portati a siglare un innovativo Patto per la sicurezza che rafforza gli strumenti di sinergia tra istituzioni, forze dell’ordine e cittadini, anche attraverso il controllo sociale del territorio. Per quanto riguarda i richiedenti protezione internazionale abbiamo scelto di gestire attivamente e non subire questo fenomeno, con risultati apprezzabili ed apprezzati in tutta la nostra Regione.”

Come va l’Unione dei Comuni? Funziona?

“Rappresenta un utile minimo comune denominatore, uno strumento che ha prodotto risultati positivi, ma che va sburocratizzato. In alcuni aspetti, partendo da una maggior vicinanza con i cittadini, le imprese e i professionisti che si rivolgono ai vari servizi associati.”

 

Parliamo della situazione politica nazionale. Come si sta muovendo il nuovo governo giallo-verde?

“È in continua, perenne, insopportabile campagna elettorale, con promesse fantasiose e visioni miopi e contrapposte praticamente su tutto. È difficile, andando a ritroso, ricordare un governo peggiore dell’attuale a trazione leghista.”

Cosa pensa delle elezioni europee?

“Auspico che sia uno spartiacque per sconfiggere nazionalisti, populisti, retrogradi fascistoidi, a favore di chi cerca di offrire una visione inclusiva e seria di scelte che devono proiettarci in un futuro solidale e aperto alla reale collaborazione tra i vari Stati.”

 

 

IL SEN. STEFANO COLLINA INCONTRA I CITTADINI DI MASSA LOMBARDA INSIEME A DANIELE BASSI

Ancora un appuntamento organizzato dalla lista “Il Futuro in Comune” che sostiene Daniele Bassi come candidato sindaco a Massa Lombarda per le elezioni amministrative del prossimo 26 maggio. Oggi, martedì 21 maggio, il candidato sindaco Daniele Bassi, accompagnato dal senatore Pd Stefano Collina, incontra i massesi dalle ore 16.30 al Circolo della Polisportiva Massese in Piazza Matteotti. La campagna proseguirà poi ancora nella giornata di mercoledì 22 maggio con una Pizzata di Autofinanziamento organizzata al Ristorante Pizzeria Ellepi dalle ore 20.30 in Piazza Mazzini. 

Più informazioni su