Verde Pubblico. Lega Bagnacavallo: Criticità in alcuni spazi, amministrazione non ha a cuore decoro

Più informazioni su

“L’amministrazione non ha a cuore il decoro della città” commenta il consigliere comunale di Lega Bagnacavallo Denny Medri dopo aver fatto un sopralluogo “documentando con foto lo stato di abbandono di alcune aree verdi bagnacavallesi”. “Oltre ai noti ritardi per lo sfalcio dell’erba , come in occasione del Giro d’Italia, i cittadini ancora riportano la situazione critica di alcuni spazi verdi del Comune”. 

 

“Negli ultimi giorni infatti si fanno sempre più numerose le segnalazioni da parte di cittadini circa lo stato di degrado in cui versano alcuni parchi e spazi verdi del territorio comunale. Le segnalazioni pervenute al gruppo Lega Bagnacavallo sottolineano come la Giunta e il rieletto sindaco Proni abbiano permesso che il parco del giardino dei semplici ma anche il parco delle cappuccine venissero e sia no tuttora lasciati al degrado. Il nostro verde pubblico – continua Medri – meriterebbe maggiore attenzione e cura, ed è davvero un peccato assistere al deperimento – ad esempio – del giardino botanico, che fa parte del patrimonio artistico e culturale di Bagnacavallo”.

 

Gli fa eco l’intero gruppo consiliare leghista, che sottolinea come “il parco del giardino dei semplici sia sempre più trascurato, con spazi abbandonati a se stessi, erba alta, aiuole e alberi non curati a dovere, e specchi d’acqua che non sono gestiti nella maniera corretta”. “Così facendo, inoltre – continua Medri – si è lasciato che il corso d’acqua presente al suo interno si trasformasse in un acquitrino di acqua stagnante, con la conseguente proliferazione – specie in questo periodo estivo – delle zanzare vanificando di fatto la campagna di prevenzione promossa dall’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.”

 

“La situazione non migliora – continua il capogruppo Zannoni – neanche guardando lo stato degli altri parchi comunali, come ad esempio quello delle Cappuccine, sede delle proiezioni del ‘CineParco’, rassegna cinematografica estiva. Al suo interno, infatti, è presente ancora oggi il tronco di un grosso albero caduto in conseguenza ad un temporale abbattutosi su Bagnacavallo a fine marzo e già segnalato in campagna elettorale.”

 

” Ci chiediamo – concludono i consiglieri leghisti – come sia possibile, che la giunta del sindaco Proni non sia riuscita, in oltre tre mesi, a provvedere alla rimozione del tronco ed al ripristino del parco delle Capuccine e che, nello stesso lasso di tempo, abbia permesso che il giardino dei semplici diventasse una giungla. Auspichiamo che il sindaco Proni insieme all’assessore Corzani si prendano carico del ripristino del verde pubblico che è un vero e fiore all’occhiello del patrimonio del Comune.”

Più informazioni su