Il Comune di Faenza annuncia novità per la mobilità urbana: modifiche soft subito, più decise in futuro

Il Comune di Faenza ha presentato ieri 26 luglio alcune proposte per il riassetto della viabilità cittadina, sotto la voce Piano Urbano della Mobilità Sostenibile o PUMS. Si tratta di un percorso di analisi e studio per dotarsi di un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) – come definito dalle linee guida europee, nazionali e regionali – al fine di ridefinire e aggiornare i propri strumenti di pianificazione strategica del settore della mobilità.

I PUMS sono strumenti di pianificazione della mobilità di lungo periodo finalizzati ad ottenere il miglioramento delle condizioni di circolazione e della sicurezza stradale, la riduzione degli inquinamenti acustico ed atmosferico ed il risparmio energetico, il tutto nel rispetto dei valori ambientali. Inoltre, i PUMS si propongono di soddisfare la variegata domanda di mobilità di persone e imprese nelle aree urbane e peri-urbane per migliorare la qualità della vita nelle città. Si tratta di una pianificazione flessibile che guarda ad un orizzonte temporale di circa 10-15 anni.

Ieri dunque sono stati presentati alcuni provvedimenti che preparano la strada a un piano più organico di riorganizzazione della mobilità cittadina. Le misure riguardano in primo luogo la ZTL che sarà leggermente modificata al fine di evitare , soprattutto da chi arriva da fuori città, l’attraversamento delle strade interne al centro storico. Queste modifiche interesseranno di meno dunque i residenti in centro, hanno spiegato l’Assessore all’Ambiente Antonio Bandini e il Coordinatore dell’Unione Paolo Ravaioli. Ma vediamo queste novità.

VIA NAVIGLIO E VIA XX SETTEMBRE

Dopo l’avvio della nuova linea di Green Go Bus che collega la Casa della Salute presso la zona Conad Filanda a Piazza della Libertà è già stato invertito il senso di marcia nel tratto via Calligherie fino a via Campidori, in modo da consentire il passaggio del bus elettrico. Il nuovo cambiamento riguarda l’istituzione della Ztl h24 all’incrocio tra via Naviglio e via Calligherie per evitare che Via Naviglio e via XX Settembre possano essere usate come delle piccole circonvallazioni interne. Per il futuro c’è il progetto di istituire il doppio senso di marcia nel primo tratto di via Naviglio per agevolare chi esce dal parcheggio di Piazza Ricci.

Restando in zona, resta in vigore la Ztl (dalle 7 alle 19) all’ingresso di via XX Settembre, lato Piazza della Libertà. Un’altra novità riguarda l’eliminazione di 8 posti auto per il parcheggio in via Barilotti presso la Cattedrale. Qui sarà fatto posto a un’area di sosta per cicloturisti con tanto di rastrelliere. I taxi si spostano in via Severoli mentre il Comune pensa di recuperare qualche posto auto in via XX Settembre.

I VARCHI CHE VERRANNO

Attorno alle scuole saranno create “aree bianche” ovvero zone di sicurezza per bambini, ragazzi e famiglie. Il parcheggio di proprietà del Comune tra via Morini e via Santa Maria dell’Angelo diventerà un parcheggio per le biciclette, fino a 250 posti.

Nelle aree Ztl saranno poi installati varchi di lettura delle targhe, insomma telecamere per fissare le infrazioni. In una prima fase – hanno spiegato Bandini e Ravaioli – i varchi non saranno attivi, ovvero le telecamere raccoglieranno solo dati. Poi scatteranno le multe. I varchi saranno installati in via Naviglio all’incrocio con via Calligherie, in via Baliatico – via Fiera, via Santa Maria dell’Angelo – Via Cavour e Corso Saffi – Via Dogana. Ma di tutto questo, è stato precisato, si occuperà la prossima amministrazione comunale. Per ora non se ne fa nulla e i molti faentini che temono quei varchi possono ancora dormire tranquilli.