Manzoli (Ravenna in Comune) Maiolini e Panizza (Gruppo Misto): Potenzialità archeologica in via Antica Milizia?

Massimo Manzoli (Ravenna in Comune), Marco Maiolini ed Emanuele Panizza (Gruppo Misto) hanno presentato un’interrogazione con risposta in Consiglio comunale dal titolo: “possibile area  di potenzialita’ archeologica in via Antica Milizia”.

“Premesso che – si legge nell’interrogazione – nell’area di via Antica milizia, con il piano attuativo (R30) verranno edificate medio-grandi strutture fino a 2500 mq di area commerciale alimentare, e altri 2500 di area sempre commerciale, ma non alimentare, e che a quanto emerso su alcuni organi di stampa quest’ area potrebbe risultare di forte valenza archeologica, e memori di cio’ che e’ avvenuto in piazza Kennedy con la definitiva tombatura della chiesa di S.Agnese, dopo il ritrovamento con la dispersione delle tombe della necropoli nell’area Lidl di Ponte nuovo, la definitiva cementificazione del più ricco cimitero ravennate, in viale Europa ex area “Francia”come da relazioni di scavo, nonchè dall’elenco dei monili rinvenuti, dalle dott.sse Manzelli Valentina e Montevecchi Giovanna, e la distruzione delle mura romane di Ravenna, per la creazione del sottopasso della stazione”, Manzoli Maiolini e Panizza chiedono al sindaco e alla giunta “se abbiano intenzione di richiedere un blocco urgente dei lavori, affinché la soprintendenza possa rapidamente iniziare ad indagare su quanto indicato dalla dottoressa Maria Grazia Maioli, e da Giusti Marina del comitato Averavenna alla stampa, e se abbiano anche intenzione di individuare fondi nazionali e/o europei per avviare approfonditi scavi nella suddetta zona, ed evitare la definitiva tombatura, come succede con quasi ogni ritrovamento archeologico emergente, o emerso in città”.

Manzoli Maiolini e Panizza inoltre chiedono “Come si intenda procedere in caso di rinvenimenti di strutture archeologiche importanti meritevoli di essere conservate e tutelate in via Antica Milizia”.