“Indecente” fermata dell’autobus in via Sant’Alberto: inaccessibile ad anziano in carrozzina

Più informazioni su

“Tra le molte segnalazioni di disservizi che sentinelle volontarie sparse sul territorio fotografano e segnalano giornalmente a Lista per Ravenna, – denuncia Stefano Donati, capogruppo di Lista per Ravenna nell’area Centro Urbano- delle quali in ogni caso ci occupiamo, merita di essere posta in evidenza, per la particolare insensibilità dell’amministrazione comunale verso i cittadini più fragili e sofferenti che se ne dimostra, la situazione seguente. La speranza è che suggerisca attenzione a rimuovere anche tutte le altre del medesimo genere sparse qua e là nella città e nei paesi”.

“La sentinella di turno – avanza Donati – ha notato, alla fermata bus di via Sant’Alberto in Ravenna, a fianco della casa col numero civico 256, la grande difficoltà a far scendere dall’autobus un anziano in carrozzina, assistito dalla moglie e da una badante, essendo la fermata disposta, con tanto di palina “arriva Bus Atm” n. 843, non solo a lato di un cassonetto rifiuti, ultimo di una serie “ecologica”, ma anch esu un terreno sconnesso e malridotto infestato da erbacce, in funzione di pseudo marciapiedi”.

“Abbiamo interessato al caso l’ufficio Tutela Ambiente del Comune, – conclude Donati -che si sta opportunamente attivando in chiave tecnica, vediamo con quale risultato, ma riteniamo che l’assessore all’Ambiente, in chiave politica, debba disporre, interessando congiuntamente il servizio comunale Viabilità, Hera e l’Agenzia Mobilità Romagnola (AMR), con la collaborazione anche dei consigli territoriali, per verificare prima e rimediare poi le collocazioni delle fermate bus impropriamente poste a lato dei cassonetti rifiuti e/o su marciapiedi impraticabili e/o inaccessibili, specialmente dalle persone con disabilità”.

Più informazioni su