Festa nazionale dell’Unità di Ravenna: mercoledì 4 settembre con don Luigi Ciotti e Gino Paoli

Il programma di mercoledì 4 settembre della Festa nazionale dell’Unità di Ravenna ‘Riaccendiamo l’Italia. Verde, giusta e competitiva’, al Pala De André, propone alla sala Benigno Zaccagnini alle 18.30 Dialogo sul Mezzogiorno d’Italia. Con Maurizio De Giovanni, Nicola Oddati. Modera Conchita Sannino.

Alle 20, Costruiremo giustizia e dignità in questo mondo, solo quando… Don Luigi Ciotti intervistato da Toni Mira. Alle 21.30 L’Italia è ferma, le imprese fuggono. Un piano per salvarla. Con Vincenzo Boccia, Paola De Micheli, Mauro Lusetti, Donatella Prampolini, Sergio Silvestrini. Modera Sarah Varetto.

Allo spazio Libreria alle 18 presentazione del libro di e con Stefano Dambruoso La risposta italiana al terrorismo. Partecipa Claudio Bertolotti. Modera Enrico Casini. Alle 19.30 presentazione del libro Il giro del mondo in 15 reportage. Partecipano Simona Maggiorelli, Valerio Cataldi, Antonella Napoli. Alle 20.30 presentazione del libro di e con Emanuele Felice Il Sud, l’Italia, l’Europa. Diario civile. Partecipa: Cristina Tajani. Alle 21.30 Migrarti rassegna di corti. Partecipano: Malich Cissè, Tommaso Santi, Roberto Zaccaria. Modera Paolo Masini.

Sul Palco Centrale Gino Paoli in “Paoli canta Paoli”. Le canzoni di Gino Paoli hanno attraversato numerose generazioni e ancora oggi consegnano le loro preziose parole all’irrefrenabile attività del tempo e dei ricordi. Cantautore, pioniere e precursore di un movimento artistico denominato “scuola genovese”, che insieme a Bindi, De Andrè, Lauzi, Endrigo e tanti altri personaggi noti, ha generato una fucina di talenti unici, oggi, Gino Paoli conserva energicamente quell’animo indagatore e soprattutto quello spirito di sperimentazione che lo ha sempre accompagnato nella sua lunga carriera. Con questa propensione nasce il suo ultimo progetto live, in cui viene affiancato da dei giganti della musica strumentale italiana. “Il cielo in una stanza”, “La Gatta”, “Una lunga storia D’amore” sono solo alcuni titoli del noto repertorio offerto durante il concerto. Ingresso gratuito

Nella Tenda Socjal Club i Silky Qth. Al Woodstock Pub Mc bear and the mushrooms. Nei viali della festa Billo Circus.

Tutte le sere si gioca a tombola e si possono vincere ricchi premi alla pesca gigante. Infine non può mancare la gastronomia dal classico ristorante romagnolo alle specialità toscane, della collina e del borgo e un ristorante con specialità di mare. Poi l’osteria delle Terre Libere con i prodotti etici nati dalle terre confiscate alla mafia, il ristorante vegetariano, la friggitoria, il ristorante multietnico.

Il programma completo delle Festa è disponibile sul sito del Partito Democratico e su www.festaravenna.it