Roberto Fagnani lascia il Pd di Ravenna e segue Renzi nella nuova avventura politica

Carlo Calenda l’aveva detto alla Festa nazionale dell’Unità di Ravenna fra l’incredulità di molti e lo sconcerto di altri: Renzi farà la scissione, darà vita ai suoi gruppi parlamentari e al suo partito. Sono pronto a scommetterci, aveva detto. E aveva ragione. Renzi ha fatto esattamente ciò che aveva previsto Calenda e che stava evidentemente preparando da tempo. Del resto, i giornali ne parlavano da mesi. Insomma, la scissione più annunciata della storia, come qualcuno ha scritto.

Ha sorpreso però l’accelerata finale. È di oggi, martedì 17 settembre, infatti, l’ufficializzazione dell’uscita di Matteo Renzi dal Pd con un’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica. A pochi giorni dalla formazione del nuovo governo Conte, basato sull’accordo giallo-rosso che proprio Matteo Renzi per primo, sorprendendo tutti, aveva a suo modo sollecitato. Un’accelerazione che ha colto di sorpresa anche i renziani doc, molti dei quali ora si trovano di fronte a una scelta di campo decisiva: lasciare il Pd e seguire Renzi nella nuova avventura politica, oppure restare nella casa Pd?

Molti ci stanno ancora pensando. Chi invece ha già preso la sua decisione e seguirà Matteo Renzi nella costituzione del nuovo movimento o partito è l’Assessore comunale ai lavori pubblici Roberto Fagnani, renziano della prima ora, che insieme ad altri aveva dato vita ai comitati renziani di Azione Civile Ritorno al Futuro, che a Ravenna, a dire la verità, non hanno mostrato grande vitalità. Fagnani sta con Renzi. Ed è convinto che anche qualche consigliere comunale di Ravenna lo seguirà.

Uno di questi potrebbe essere Michele Casadio. A Ravenna potrebbero seguire Renzi – e Fagnani – anche l’ex capogruppo in Consiglio comunale Matteo Cavicchioli e  poi Roberto Catalano e Matteo Casadio. Fra i Sindaci in pausa di riflessione potrebbe essere il Sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi. Nella stessa situazione Manuela Rontini, consigliera regionale, da sempre molto vicina a Renzi.

Quali siano le conseguenze politiche di questo terremoto in casa Pd in ambito nazionale e locale è presto per dirlo. Renzi dichiara che sarà leale verso il governo Conte e che questa separazione aiuterà a combattere il populismo e la destra, Salvini in testa. Ma molti sono convinti esattamente del contrario: questa nuova divisione, dicono, andrà solo a vantaggio della Lega. Il tempo ci dirà.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da marsin

    e bravo il sig. Fagnani
    e Salvini ringrazia

  2. Scritto da Fra

    Già non era all’altezza , adesso capiamo perché è comunque in posti di governo. Renzi e una corrente che ha già più che dimostrato che non gli interessa nulla il paese ed il suo popolo ma solo e soltanto i propri interessi personali

  3. Scritto da Deluso

    Ma tutti questi signori che voltano la gabbana perchè non danno le dimissioni dagli incarichi? D’altronde sono stati eletti dal PD e ora non lo riconoscono più. Si dimettono e fondano un partito e si propongono alle prossime elezioni e se vengono eletti tornano sulle sedie occupate ora. Nel frattempo i primi dei non eletti prendono il loro posto… Mi sembra coerenza ma questi “Signori” non sanno cosa sia la coerenza ma sanno benissimo cosa è la poltrona…
    Sempre più deluso…

  4. Scritto da nautilus

    Lo sport preferito della sinistra italiana da quando esiste, e cioè dal 1921, è quello di litigare al proprio interno lasciando di solito il pallino del governo agli altri e soprattutto senza mai e dico MAI imparare dai propri errori. Niente di nuovo sotto al sole, quindi. Nello specifico, Renzi è stato talmente bistrattato e maltrattato quando ha governato che pare strano abbia resistito così a lungo. Ricordo bene l’oggi ministro della sanità Speranza definirlo “uno di destra”, salvo poi farsela sotto quando la destra, quella vera, prende il potere.

  5. Scritto da Atalante61

    Fagnani chi ?

  6. Scritto da P.S.

    mi auguro che ora il Sindaco gli revochi l’incarico di assessore, visto che la sua carica non si lega a nessun voto ricevuto, ma ad un incarico assegnato direttamente dallo stesso Sindaco, anche se dovrebbe essere Fagnani a dimettersi di sua iniziativa, non condividendo più gli ideali del PD.

  7. Scritto da libero

    Speriamo che renzi lo voglia a roma…subitissimo!!!!
    Nessuno ne sentirà la mancanza.

  8. Scritto da batti

    grande fagnani,si è guadagnato 2 premi GIACHETTI

  9. Scritto da MAURO ALESSANDRI

    Ma che razza di politico sei? Sei stato eletto con i voti del PD…Compreso il mio…se hai una coscienza almeno dimettiti da assessore..

  10. Scritto da Wolly

    MAI DIRE MAI
    e pensare che faceva le filippiche a chi usciva con motivazioni politiche, ora la motivazione tattico politica di questa uscita la esprime con estrema sincerità Ettore Rosato sulla 7:
    “siamo un gruppo di amici affiatati in sintonia tra di loro……..”
    più che una motivazione politica mi sembra la scusa per giocare a calcetto.

  11. Scritto da LucaT

    Ora una persona seria rinuncierebbe alla poltrona ottenuta con i colori ripudiati, per poi candidarsi alle prossime con i colori nuovi.

  12. Scritto da Munez

    Se i Renziani se ne vanno potrei tornare anche a votare PD ..

  13. Scritto da maria teresa

    Non c’è speranza in politici migliori:tutti badano solo alla loro poltrona…e l’Italia boccheggia…

  14. Scritto da gd

    Se i renziani se ne vanno dal PD, ritorno a votarli.

    Spero solo che non favoriscano, con i loro giochetti da poltronari, la caduta del governo e la vittoria dell’altro matteo.

  15. Scritto da Angelo

    Per Deluso, P.S.ed altri che come credono ancora nella parola coerenza. Vorrei ricordare che non è il primo dei nostri assessori che usciti dai partiti in cui sono stati eletti sono rimasti comunque sulle loro poltrone.Ma l’importante è stato parlare male di Di Maio & C. per poi diventarne immediatamente soci….. Coerenza? What else?

  16. Scritto da andrea

    Campioni mondiali di salto da un carrozzone ad un altro.

    Comunque ho il vago sospetto che la principale aspirazione del boy scout Matteo Renzi sia la disgregazione del PD.

    Chi segue Renzi si ritroverà nella nuova DC.

  17. Scritto da daniele strada

    Mi sarebbe piaciuto che tutti i rappresentanti del PD con cariche di governo (compreso ministri e sottosegretari) avessero scoperto le loro carte solamente alle prossime elezioni. Ma forse sono consapevoli di avere solo “scartini” e che è meglio distinguersi ora che sono al potere perchè dopo nessuno si ricorderebbe neanche il loro nome.Grazie Renzi per aver fatto uscire allo scoperto questi geni della politica.

  18. Scritto da Eddaie

    questa è una cosa di sinistra : dividersi . Vorrei capire la differenza del programma di Renzi .. essere contro…? Credo sempre di più che sia il delfino di Berlusconi . Assessore vedi di dimetterti poi va con chi vuoi. La politica è ben altra cosa , la buona politica intendo.

  19. Scritto da Gianni C.

    Renzi ha dichiarato da vespa che ha anticipato l’uscita dal pd ..quando ha sentito cantare a ravenna ..bandiera rossa trionfera’, ha detto: io cosa centro con questi?:-)))) sorbole come siete messi male!

  20. Scritto da umberto

    Il genio se ne va! con il grande curriculum che ha direi che ha fatto bene!!
    Beh il sogno da city manager all’alta politica, perché no! mica tornerà a fare il city manager vero!?

  21. Scritto da sante

    Dimettiti e prova a candidarti vediamo quanti voti prendi.