Lega Cervia contesta la condotta dell’Ufficio di Presidenza

Più informazioni su

Il Gruppo Consiliare Lega Cervia comunica che l’8 ottobre 2019 si sono svolte le adunanze delle Commissioni Consiliari Permanenti (prima, terza e quarta) che non avevano ancora nominato le relative presidenze e vice presidenze.

Lega Cervia contesta apertamente la condotta dell’Ufficio di Presidenza, sottolineando il ritardo nelle nomine di cui sopra che, secondo quanto riportato da Lega Cervia, delineano la violazione del 5° comma dell’art. 10 del Regolamento del Consiglio Comunale che recita “La prima riunione della Commissione è convocata dal Presidente del Consiglio entro trenta giorni dal provvedimento di nomina” e rammentiamo che il primo Consiglio Comunale vi era stato circa 4 mesi fa ovvero il 17 giugno u.s.”

Nella nota stampa della Lega Cervia si legge quanto segue:

“Siamo rammaricati della chiusura totale della Maggioranza e ci comporteremo di conseguenza per il prossimo futuro, infatti specifichiamo che nessun consigliere di questo Gruppo è stato votato per ottenere una presidenza di commissione, relegando gli stessi alla sola figura (simbolica) di vice presidente.

Buona prassi delle legislature scorse, era quella di concedere la presidenza della Prima Commissione Consiliare Permanente al Gruppo Consiliare di Opposizione che aveva ottenuto il miglior risultato elettorale e considerando che la Lega a Cervia aveva  superato il 30% dei voti, piazzandosi come secondo partito dopo il PD, si dava per assodato che questa consuetudine fosse rispettata.

Prendiamo atto che tutte le Presidenze delle Commissioni sono state concesse, con votazione palese, a tutti i partiti che rispecchiano la Maggioranza ad eccezione della Terza Commissione che ha visto come presidente il Consigliere del Movimento 5 Stelle che, anche se formalmente risulta essere in quota Minoranza, dalle votazioni negli ultimi Consigli Comunali pare essere allineato alla nuova compagine governativa nazionale”.

Più informazioni su