Liverani (Lega): non abbiamo paura delle sardine, noi abbiamo il sostegno del popolo

Più informazioni su

Come si sa le sardine di Ravenna hanno deciso di spostare la loro manifestazione di mercoledì 4 prevista alla Darsena a giovedì 5 dicembre sempre nello stesso luogo, la Darsena di Ravenna, e sempre alla stessa ora le 19. In quello stesso momento a circa 800 metri in linea d’aria dal luogo in cui si troveranno le sardine, in pieno centro storico, Matteo Salvini inaugurerà la sede della Lega.

“Ben vengano le sardine, i salmoni, gli sgombri e i pesci palla. – scrive in una nota il leghista Andrea Liverani – Matteo Salvini e la Lega non hanno bisogno di “scontrarsi” o confrontarsi con questi manifestanti perché hanno il sostegno del popolo e di tutta la gente che non manifesta contro, ma che vuole una proposta di cambiamento. La Lega” –  sottolinea il consigliere regionale – crede nei programmi, nelle proposte, sta in mezzo alla gente per ascoltare non per protestare. Vi aspettiamo numerosi e felici – conclude Liverani – all’inaugurazione della sede della Lega di Ravenna giovedì 5 dicembre alle ore 19 in via Rasponi, angolo Piazza Kennedy.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da batti

    conoscevo un altro MATTEO che aveva il sostegno del popolo,non era caporale solo co…. pure lui,,poi in quattro e quattrotto è andato tutto in mer..

  2. Scritto da Giovanni lo scettico

    A proposito, e i 49 milioni di Euro fatti sparire da chi diceva “Roma ladrona” che fine hanno fatto?

  3. Scritto da Dario

    Non mi sembra che la Regione sia così messa male come detto dalla Lega.

  4. Scritto da Scipione l'Africano

    Montanelli diceva che l’alleato più prezioso è un nemico cretino e la Lega è stata soccorsa dalle “sardine” anche se non ne aveva bisogno.
    Diversamente da Liverani, ma posso ben sbagliare, non credo che sia molto numeroso il “popolo” che si “scalda” per Salvini, certo sarà ben più numeroso quello che lo vota, poichè al voto non si misura la temperatura e non è necessario vedere il “meglio”, bastando il “meno peggio”.
    Salvini e le “sardine” si danno visibilità reciproca e a Salvini, animale politico di spessore, non dispiace.
    Quanto agli epigoni locali di Salvini, mi piacerebbe che non si comportassero come delle fotocopie del Capo.