Emilia Romagna “pattumiera d’Italia”? Botta e risposta tra Lega e Bonaccini

Su 847 siti inquinati in tutta l’Emilia Romagna, 194 sono in provincia di Ravenna. Eppure la Regione non ha adottato alcun piano di bonifica, provvedimento che sarebbe urgente anche alla luce di due notizie di questi giorni. Si tratta del sequestro preventivo della discarica di Finale Emilia (Modena) e dell’accordo di Hera per smaltire i rifiuti in arrivo da Roma” dichiarano dalla Lega. “A proposito del sequestro di Finale Emilia, l’ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti ha scritto a Stefano Bonaccini per negare qualsiasi responsabilità nella vicenda, dopo che l’esponente del Pd aveva provato a incolpare il governo Conte 1”.

Un piano delle bonifiche è necessario per migliorare l’ambiente, tutelare il territorio e creare lavoro” dice Lucia Borgonzoni. “È incredibile la disattenzione del Pd su un tema così delicato e fondamentale. Ne va anche della salute dei cittadini di Ravenna e dell’Emilia Romagna”.

Matteo Salvini ha dichiarato infatti: “Nove discariche attive, 847 siti inquinati, zero bonifiche e rifiuti in arrivo da tutta Italia: il Pd ha trasformato l’Emilia Romagna nella pattumiera d’Italia e di Roma in particolare, così da salvare la Raggi e Zingaretti. Come già successo per la manovra tasse e manette, il Pd danneggia gli emiliano romagnoli per salvare le poltrone romane”.

Stefano Bonaccini risponde: “Emilia-Romagna pattumiera d’Italia? Salvini e Borgonzoni dovrebbero vergognarsi”

“Proposte zero, insulti tanti – scrive Bonaccini. – Prosegue la campagna di denigrazione della nostra regione da parte di Borgonzoni e Salvini, che oggi definiscono l’Emilia-Romagna pattumiera d’Italia. Dovrebbero vergognarsi. Descrivendoci così causano soltanto un danno di immagine a una terra splendida, che è passata in quattro anni da 45 a 60 milioni di presenze turistiche e che è alla vigilia di Parma 2020 Capitale della cultura italiana. A un territorio conosciuto ormai in tutto il mondo come la “Food Valley” italiana, dove qualità e sicurezza si tengono per mano.  Ma soprattutto dovrebbero informarsi e studiare i dati di una regione che non conoscono. Scoprirebbero che in pochi anni, grazie al piano regionale dei rifiuti e al civismo degli emiliano-romagnoli, qui abbiamo superato il 70% di raccolta differenziata e questo ci permette già di spegnere per sempre l’inceneritore di Ravenna. Infatti qui gli inceneritori iniziamo a spegnerli, mentre Salvini propone di costruirne uno in ogni provincia. Così come scoprirebbero che siamo l’unica regione italiana che conferisce in discarica solo il 3% dei rifiuti, già al di sotto di quanto chiede l’Unione europea (10%) per il 2035.

“Secondo il Rapporto Ispra 2018 – aggiunge – in Italia sono aperti oltre 16mila siti contaminati, con procedimenti in corso, la cui bonifica è un tema nazionale, col quale devono fare i conti tutte le Regioni:

– in Lombardia ci sono 914 siti contaminati e sono circa 900 quelli potenzialmente contaminati (numeri aggiornati all’aprile 2019 e presenti sul sito istituzionale della Regione);

– in Piemonte si registrano 839 procedimenti attivi: 499 siti contaminati e 340 potenzialmente contaminati (all’1 marzo 2019);

– in Veneto i siti contaminati sono 614 (al maggio 2018);

– in Emilia-Romagna i siti inquinati in procedura attiva sono 519, non 847 come dicono Borgonzoni e Salvini, che mescolano i numeri delle bonifiche in corso con quelle chiuse (o per malafede o perché non sanno neppure di cosa stanno parlando).”

“Borgonzoni e Salvini non sanno neppure che il Governo di cui facevano parte fino a pochi mesi fa ha stanziato appena 20 milioni di euro per tutto il Paese per affrontare il problemaDefinire pattumiera d’Italia una regione virtuosa che si vorrebbe addirittura “conquistare” denota solo disprezzo per questa terra, irresponsabilità istituzionale e nessuna conoscenza dei fatti e dei numeri. L’Emilia-Romagna non è perfetta e tante cose vanno migliorate: per farlo bisogna però rispettarla e conoscerla. Nelle varie Regioni sono stati censiti anche i SIN, i siti di interesse nazionale, la cui bonifica è urgente per la grave situazione ambientale e territoriale generata da questi spazi e strutture (la mappa dell’Ispra è allegata).”

“Siamo una regione virtuosa e autosufficiente sulla gestione dei rifiuti – conclude Bonaccini – Che si è dotata di una legge per l’economia circolare e che può oggi puntare ad obiettivi più ambiziosi di sostenibilità, in linea con i più avanzati paesi europei.  Ora, se questo è il rispetto che i nostri avversari hanno per l’Emilia-Romagna e questo è il livello di competenza con cui vorrebbero governarla, andiamo davvero molto male. Confrontiamoci per far fare un passo avanti a questa grande regione, non per sfregiarla”.

 

 

 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Patroclo

    ha ragione da vendere la candidata della lega! Gli altri sempre a negare e nascondere l’evidenza.

  2. Scritto da miki

    @Patroclo, i dati smentiscono la Borgonzoni e la Lega. “Un piano è necessario”. Capaci solo di attaccare, parlare a vanvera e promettere. Chiediamo ai pastori sardi.

  3. Scritto da Patroclo

    @miki: legga tutte le varie classifiche in primis quelle del sole 24ore, anzi no, si risparmi il tempo! ..OCSE DOCET.!!!..chiedero’ ai pastori mormoni!!Buon natale!

  4. Scritto da Giovanni lo scettico

    Questo della “pattumiera d’Italia” è un discorso sciocco e inconsistente, si capisce bene che la Borgonzoni sparacchia a caso in tutte le direzioni perchè non sa dove attaccarsi. Le pattumiere d’Italia sanno tutti dove sono.

  5. Scritto da BATTI

    LA BERGONZONI si dimentica che la regione governata dalla LEGA,si incendiano spesso depositi di rifiuti..e guada CASO PROVENGONO DA TUTTE LE PARTI,se non credete a me guardate la puntata di report

  6. Scritto da Gianni C.

    @Batti: in campania non governa la lega

  7. Scritto da BATTI

    gianni informati,succede in LOMBARDIA