Elezioni Regionali. Ancisi (LpR): “Non corriamo per la regione, sosterremo le forze alternative al PD”

Alvaro Ancisi, presidente di Lista per Ravenna, ha chiarito la posizione della lista nella campagna elettorale in corso, che “è stata tracciata con chiarezza ed approvata all’unanimità nella propria assemblea generale del 6 dicembre scorso, quando sono state definite le linee di azione da percorrere, fin dall’imminente nuovo anno, verso le elezioni comunali del giugno 2021”.

Ancisi è sceso maggiormente nei particolari chiarendo come, Lista per Ravenna, non corra per la Regione ma andrà in sostegno alle forze alternative al PD:

“Considerando che il primo passo per l’auspicato successo delle forze di opposizione all’attuale governo locale guidato dal PD potrà compiersi il 26 gennaio prossimo con le elezioni regionali, Lista per Ravenna, fedele come sempre al vincolo statutario di libero movimento civico che non fa capo o riferimento ad alcun partito, non prenderà parte a queste elezioni. È però vero che il senso vitale della Lista, espresso testualmente dall’art. 2 del suo statuto, è di finalizzare il proprio operato ad una migliore amministrazione di Ravenna e del suo territorio rinnovando nelle sue basi culturali il governo della città. Perseguire questo obiettivo significa, per lo statuto stesso, voler improntare la guida dell’amministrazione comunale ad efficienza, correttezza, imparzialità, sobrietà ed equa imposizione di tasse e tariffe. Questi caratteri, che distinguono da sempre la nostra attività, ci suggeriscono, nella competizione per rinnovare l’attuale governo regionale, di sostenere le forze con cui Lista per Ravenna si è coalizzata già dal 2016 come alternativa al governo locale di Ravenna, l’uno e l’altro avendo la stessa matrice partitica, contrassegnata da un’impronta autoritaria e clientelare. È dunque per loro libera scelta che in tale occasione propri esponenti figurano, col nostro sostegno, tra i candidati di Forza Italia, di Fratelli d’Italia e della lista civica di Lucia Borgonzoni, candidata della Lega come presidente della Regione. A ciascuno ho assicurato la mia presenza, in rappresentanza di Lista per Ravenna, al momento della loro presentazione ufficiale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giovanni lo scettico

    Non mi piace che si metta con la destra contigua ai fascisti dichiarati. Peccato, sarebbe stato un’alternativa interessante.

  2. Scritto da Alvaro Ancisi

    Giovanni, non partecipiamo a queste elezioni, in cui dunque non siamo né integrativi né alternativi a nessuno. Ma parteciperemo alle “nostre” elezioni comunali in cui non può essere alternativa credibile chi corre da solo. Comunque correremo con la nostra lista. Cordialmente.

  3. Scritto da Giovanni lo scettico

    Gentile dottor Ancisi, lei ha sempre fatto una opposizione precisa, puntuale e perciò credibile. Secondo il mio modestissimo parere farebbe meglio a presentarsi da solo, stando anche bene attento a marcare la differenza rispetto a quelli che sbaciucchiano il rosario, al partito della nipotina di Mubarak e ai fascistoni ululanti. Credo che alla fine sarebbe sorpreso di quello che ancora può fare una politica di onestà e correttezza.