Bagno di folla per Salvini a Faenza: “Grande entusiasmo” ma qualche tensione, interviene la Polizia fotogallery

Nel pomeriggio di oggi, domenica 5 gennaio, anche se con quasi un paio d’ore di ritardo il leader della Lega Matteo Salvini è stato in visita Faenza: ed è stato un vero e proprio bagno di folla quello che lo ha accolto in Piazza delle Erbe, gremita da circa un migliaio di persone, molte delle quali hanno voluto fare un ‘selfie’ con il leader della Lega.

IL BAGNO DI FOLLA

Fatto salire su una sedia, Salvini ha incitato la folla, che ha risposto con calore. “Con questo entusiasmo” ha detto Matteo Salvini, “il 26 gennaio non vinceremo… stravinceremo!”

Salvini, impegnato in diverse tappe elettorali in Romagna in vista del rush finale per le elezioni del 26 gennaio, poche ore prima, a Cesenatico, aveva dichiarato: “tra venti giorni non saranno elezioni regionali, sarà una festa di popolo e di liberazione! Amici romagnoli ed emiliani, avete sulle spalle un intero Paese che guarda a voi perché avete il democratico privilegio di esercitare il vostro voto, quello che sarebbe normale avvenisse per tutta Italia. E avverrà!”

IL MOMENTO DI TENSIONE

Poco prima delle 18 però c’è stato anche un momento di tensione in piazza a Faenza, quando sono arrivati una trentina di giovani al canto di “Bella Ciao”. Subito, alcuni sostenitori di Salvini hanno risposto al grido di “Buffoni!”: per fortuna, prima che le cose potessero degenerare, la Polizia ha fatto allontanare i giovani creando un cordone per dividere i due ‘schieramenti’.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giorno

    Sempre di parte come al solito a Ravennanotizie.it!
    Vabbè…

  2. Scritto da jack

    se per Salvini un “bagno di folla ” equivale ad un migliaio di persone, per le sardine che erano quattro volte tanto di che cosa si potrebbe trattare di “folla oceanica”?

  3. Scritto da batti

    questo è il candidato presidente??andian bene,è anche poco sveglio

  4. Scritto da Giovanni lo scettico

    Un giorno Salvini riuscirà a capire chi è stato a far cadere il suo governo?

  5. Scritto da Franco Capanna

    Chi é contro Salvini è nemico di se stesso e dell’Italia.

  6. Scritto da luciano

    direi che chi critica Salvini ha ancora la mente offuscata da tutti i danni che ha fatto il PD in Emilia Romagna (vedi le concessioni delle spiagge, vedi la sanità , vedi la viabilità , vedi le tasse, ecc.. ecc.. ) e comunque un piccolo cambiamento fa solo bene in tutte le comunità che si fossilizzano sul passato una piccola scossa fa bene per tornare forti più di prima, e non fate minacce assurde se vi piace come si è gestita la nostra regione continuate a votare Bonaccini e mai nessuno di DX vi offenderà per la vostra scelta …..

  7. Scritto da miki

    Luciano, luciano. L’ultima proroga x le conessioni è del governo verde giallo. Sanità? Ripete inesattezze, sembra l’influenzer della “La Bestia”. E invece le dico io come vanno le ultime regioni a guida Lega. Si sono presentati come il nuovo che avanza, il vento del cambiamento, quelli che “prima noi”, ma alla prima vera prova dei fatti tre regioni amministrare dal centrodestra a trazione leghista fanno cilecca. La Sardegna di Christian Solinas (Lega), la Basilicata di Vito Bardi (Forza Italia) e l’Umbria di Donatella Tesei (Lega) sono tutte accomunate dalla decisione dell’Assemblea regionale di dare il via libera all’esercizio provvisorio di bilancio. In pratica la maggioranza (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia) non è riuscita ad approvare in tempo il bilancio per il 2020.
    Questo vuole per ER?

  8. Scritto da nautilus

    Se le cose andranno come auspicato dal leader legista, il prossimo Pres di Regione si chiamerà Borgonzoni, non Salvini. Il fatto è che Borgonzoni nessuno l’ha vista e ancora meno l’hanno sentita. La qual cosa non solo è strana, ma anche un poco preoccupante se dobbiamo fidarci ciecamente del marchio della ditta e non del prodotto.

  9. Scritto da Gianni C.

    @Miki: in umbria amministra la lega xke’ quelli del pd li hanno arrestati. Non lo dimentichi. Per aver truccato i concorsi pubblici riguardanti le assunzioni nella sanita’ pubblica!! E, non trattasi di un caso isolato, visto che la precedente vostra presidente , tale Lorenzetti, non a caso detta la zarina, e’ stata condannata definitivamente , per lo stesso argomento.

  10. Scritto da Viola

    Hanno messo il cappello su una festa di tutti! Ci vorranno due legislature,( ma con la Borgonzoni al governo della regione molto meno!) per vedere i disastri che verranno fatti in regione…vedremo. A quelli che si lamentano di come le cose vanno qui, dico: “La mia nonna diceva: i slamenta de brod gras! ” Gli anziani sanno essere MOLTO saggi! Auguri Romagna!