Gardin (Lega): “Le sardine a Castel Bolognese? Sono il sintomo della malattia della sinistra emiliana”.

“Le sardine a Castel Bolognese? Sono il sintomo della malattia della sinistra emiliana”. Questo l’affondo della candidata della Lega alle prossime elezioni Regionali del 26 gennaio, Samantha Gardin, sulla manifestazione che si è svolta questa mattina in piazza Fanti di fronte al monumento della staffetta partigiana,
“Le piazze pacifiche sono da rispettare, meglio se sono riunite per qualcosa che contro qualcuno. Sul fatto che le sardine guardino a sinistra non c’è dubbio, quindi non tolgono voti a noi. Il fatto che alle loro adunanze non portino bandiere e simboli, dimostra, in realtà, quello che è il loro vero messaggio: sono il sintomo della malattia della sinistra emiliana. L’assenza di simboli di partito è infatti la dimostrazione del fatto che il loro unico collante è l’anti-leghismo” attacca la candidata del Carrocio.
“Nei fatti, il movimento delle “sardine” dice un’altra cosa molto chiara: il Pd, come i suoi dirigenti, anche locali, viene oggi percepito come un apparato totalmente screditato sotto un profilo democratico progressista, vissuto come parte integrante dell’establishment, come un “estraneo” rispetto alla cittadinanza attiva, un pezzo della “Casta”, insomma. Da qui le ragioni per le quali il movimento delle sardine si è accreditato: per dare voce ai cittadini di quella parte politica che oggi è allo sbando e non riesce più a rappresentarli. In ogni caso le piazze, quando sono civili e composte, ben vengano, anche quelle di sinistra. Che la piazza di sinistra esista mi pare onesto riconoscerlo, che questa sia prevalente mi sembra arbitrario e fazioso” conclude Gardin.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Viola

    Non varrebbe neanche la pena commentare…mi chiedo, se fossero state contro qualsiasi altro partito,tranne la lega, cosa avrebbe detto lei in un suo ipotetico articolo? Io un’ idea ce l’ ho! E detto fra noi e non solo ,io, ho molta più stima delle sardine ,della loro civiltà di manifestare,che dei vostri amici di casa Pound,e se proprio vuole fare delle analisi politiche discutibili,le faccia su quest’ ultimi, ce ne sarebbe veramente bisogno!

  2. Scritto da Giovanni lo scettico

    Quando una regione è ben governata i leghisti non sanno come trovare argomenti per ottenere i voti: le Sardine non hanno simboli di partito semplicemente perchè non si vogliono far inquadrare da nessuno. Tutto il resto è aria fritta.

  3. Scritto da batti

    viola ,non dovrebbero andare a guardare così lontano, basterebbe che guadassero loro stessi,in poche parole LO SPECCHIO,si vedrebbe la differenza di cultura,e di moto altro