La sardina ravennate Edoardo Caroli su Rai3: “Finché certe cose non cambieranno scenderemo in piazza”

Questa mattina la sardina ravennate Edoardo Caroli è stato ospite in diretta da Roma alla trasmissione Agorà su Rai 3, come portavoce nazionale delle sardine. La conduttrice Serena Bortone ho posto diverse domande a Caroli in un faccia a faccia con il ministro Gian Marco Centinaio, in quello che lo stesso Caroli ci ha raccontato al telefono essere stato “un confronto molto interessante”:

LE DOMANDE DELLA CONDUTTRICE

Secondo lei Salvini fa la vittima?

“Salvini è abituato a strumentalizzare ogni occasione. Lo ha fatto anche ieri con un ragazzo con problemi psichici che ha fatto un intervento ad una manifestazione delle sardine e che Salvini poi ha messo alla gogna mediatica sui suoi social.  È una questione di rispetto. Se una persona vuole fare un intervento alle nostre manifestazioni è libera di farlo, non bisogna strumentalizzare. Salvini ha una grandissima responsabilità: nelle mani ha tantissimi voti, tantissime persone che lo seguono. Poi è sbagliato identificare le sardine come ‘sinistra’ per forza: ci sono tantissimi elettori anche del M5S che hanno partecipato alle piazze, e abbiamo ricevuto simpatia anche da tante persone che supportano la destra, una tra le tante Mara Carfagna. Non ha senso etichettare le persone, o etichettare i partiti: non dobbiamo essere nemici”.

Cosa critica e cosa apprezza del PD?

“È vero che si sono ritrovati a metà agosto con una legge di bilancio da approvare quindi necessitano di tempo per rivedere e abrogare i decreti sicurezza: noi gli diamo tempo, ma finché certe cose non cambieranno le sardine scenderanno in piazza”.

Per rivedere la trasmissione: https://www.raiplay.it/raiplay/programmi/agora

Le Sardine di Ravenna si preparano alla manifestazione di Bologna 

Pif, Subsonica, Afterhours, Willie Peyote, Rumba de Bodas, Vasco Brondi, Altre di B e altri ancora: si allarga il novero dei protagonisti della manifestazione nazionale delle Sardine in programma a Bologna in Piazza VIII Agosto domenica 19 gennaio a partire dalle ore 15.00. La manifestazione reca come titolo “Bentornati in mare aperto” e così, a una settimana esatta dal voto per le elezioni regionali del 26 gennaio, le Sardine provano a dare un’altra scossa alle coscienze degli elettori per portarli al seggio con lo scopo – più volte dichiarato dagli organizzatori – di battere nelle urne la Lega e Salvini. Anche le Sardine di Ravenna si stanno organizzando per andare a Bologna e qualcuno propone sulla pagina Facebook di ritrovarsi alla stazione di Ravenna con tanti simboli delle sardine da portare in gruppo in piazza a Bologna.

Edoardo Caroli ha spiegato che le Sardine di Ravenna non organizzeranno un qualcosa di specifico per Bologna: “Molti di noi si ritroveranno alla stazione di Ravenna per andare insieme ma molti altri raggiungeranno Bologna autonomamente. Come Sardine crediamo nell’auto-organizzazione e nella spontaneità, non abbiamo l’idea di dover organizzare tutto.”

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Edo

    io l’ho trovato di una insensatezza e vacuità disarmanti. Spiace per lui perchè non è chiaro cosa stia seguendo e perseguendo.

    Come tutto il movimento d’altronde.

    Chiarisco, non sono un elettore CDX

  2. Scritto da batti

    NON è difficile edo,un linguaggio e modi rispettosi e civili,dove le PERSONE,si confrontono,esponedo il pensiero in modo civile,non è una cosa difficile,vedi basta pensare che di fronte c è una persona come tè,che non sei l unico perfettissimo,un minimo di umiltà,e il resto viene da sè,poi deridere una persona problematica è un modo da tamarri,tartaroni

  3. Scritto da Ale76

    Caro batti, magari prima leggere poi commentare.

    Nessuno parla dei toni…semmai si chiede un contenuto, un qualcosa di definito (e magari sensato)

    Tanti proclami vuoti, parole insipide e slogan pari allo zero ed oramai sono in tanti a dirlo…tantissimi…

    Le sardine si scioglieranno così come si son formate…all’improvviso…
    Come neve al mare in agosto….

  4. Scritto da Viola

    @ Ale76 Allora non c’è ragione che lei se ne preoccupi…ancora, siamo in democrazia no? In quanto a slogan mi pare che colei che si candida alla guida dell’ER in questo momento, di contenuti non ne abbia poi molti: “liberiamo l’Emilia Romagna, Buongiorno! Caffettino? ” Sinceramente il NULLA della Storia Infinita era più profondo!