Alberto Ancarani (Forza Italia): se vinciamo noi non escludiamo il referendum sulla Romagna autonoma

Più informazioni su

I candidati di Forza Italia delle province romagnole, “condividendo i principii del Movimento per l’Autonomia della Romagna si impegnano, in caso di vittoria, a definire chiaramente i confini fisici della Romagna, passo fondamentale a prescindere da qualunque ulteriore scelta. Si impegnano poi a promuovere una rete di relazione interprovinciali che tuteli la Romagna in quanto area vasta con precise specificità rispetto all’Emilia. Si impegnano, come obiettivo ultimo, a promuovere un referendum nel quale i romagnoli possano decidere se continuare a far parte della stessa regione o se vogliano la Romagna come regione autonoma.” Così Alberto Ancarani Candidato consigliere regionale e Capogruppo di Forza Italia in Comune a Ravenna.

“Si impegnano, infine, in caso di vittoria della coalizione di centro destra con la candidata Presidente Lucia Borgonzoni, a lavorare affinché siano migliorate le infrastrutture già presenti quali E45, aereoporti di Forlì e Rimini e a una maggiore valorizzazione del porto di Ravenna che non è mai stato considerato il porto della regione, in favore di quelli di La Spezia e Livorno” conclude Alberto Ancarani.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da jack

    “se vinciamo noi non escludiamo” fa rima ma non vuol dire nulla. Se tanto mi da tanto…

  2. Scritto da batti

    è come un falegname vuole costruirsi una poltrona a sua misura,ma se non la compra non ci arriverà mai

  3. Scritto da Giovanni lo scettico

    Così dobbiamo pagare un consiglio regionale e un presidente solo per noi…