Europa Verde: Riviera solare e eolica, Eni punti sulle energie rinnovabili

Paolo Galletti: "Puntare sulla transizione ecologica per portare nuovo sviluppo sostenibile, occupazione e turismo nel territorio"

Più informazioni su

Una riviera a energia rinnovabile, attenta all’ambiente e senza più trivelle offshore. Sono le priorità dei candidati di Ravenna di Europa Verde, la formazione ambientalista della coalizione che sostiene Stefano Bonaccini. Candidati e programma di Europa Verde per il territorio sono stati presentati oggi 21 gennaio in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato Linda Maggiori, Roberto Papetti, Dino Tartagni e Fernanda Useri, candidati nella circoscrizione di Ravenna. Con loro anche la coportavoce nazionale, Elena Grandi e il coportavoce regionale Paolo Galletti.

“Europa Verde è garanzia della svolta verde in Emilia-Romagna, una necessità non più rinviabile come sanno bene i cittadini del bacino padano, alle prese da anni con una cappa di smog che provoca migliaia di morti e gravi problemi di salute alle persone – ha dichiarato Paolo Galletti – Ravenna e l’intera Riviera Romagnola dovranno essere protagonisti della transizione ecologica, iniziando dallo stop all’estrazione di fonti fossili in mare, partendo da ENI che dovrebbe puntare strategicamente sulle rinnovabili. Sarà il primo passo di quella Riviera eolica e solare che potrebbe portare nuovo sviluppo sostenibile, occupazione e turismo nell’intero territorio”.

Alla conferenza stampa ha partecipato anche l’europarlamentare Vula Tsetsi, nell’ambito delle iniziative dei Verdi Europei a sostegno della campagna elettorale di Europa Verde e di Stefano Bonaccini.

 

Più informazioni su