Andrea Corsini raddoppia in Regione: confermato al turismo, riceve anche deleghe pesanti a Infrastrutture e Trasporti

De Pascale: “La nuova squadra è sinonimo di continuità ma allo stesso tempo di grande innovazione”

Più informazioni su

Il ravennate Andrea Corsini raddoppia in Regione. Conserva il turismo e prende altre deleghe di grande importanza: le infrastrutture, la mobilità e i trasporti. Oggi giovedì 13 febbraio, Stefano Bonaccini ha annunciato la composizione della nuova giunta regionale. “Squadra che vince non ci cambia – ha detto il Presidente motivando le molti new entry nel governo della Regione – Io l’ho cambiata quasi tutta, perché c’è bisogno di continuare con il cambiamento e l’innovazione.”

LA NUOVA GIUNTA

Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, mantiene per sé le seguenti deleghe: Programmazione Fondi europei, Autonomia, Sicurezza e legalità, Ricostruzione post sisma, Sport. Davide Baruffi, già Sindaco di Soliera, deputato e segretario Pd di Modena, sarà sottosegretario alla Presidenza. L’ex europarlamentare Elly Schlein – promotrice della lista progressista ed ecologista Emilia-Romagna Coraggiosa, la più votata il 26 gennaio – è la nuova vicepresidente dell’Emilia-Romagna. Si occuperà di contrasto alle diseguaglianze e all’emergenza climatica, una delega che comprende il Patto per il Clima, il Welfare, le Politiche abitative, le Politiche giovanili, i Rapporti con l’Unione Europea. Raffaele Donini, già Vice Presidente uscente, ha la delega della Sanità regionale. L’ex vicesegretario nazionale della Cgil, Vincenzo Colla, si occuperà di Sviluppo economico, Green economy, Lavoro e Formazione. Irene Priolo già Assessore a Bologna, si occuperà di Ambiente, Difesa del suolo e della costa e Protezione civile.

Andrea Corsini seguirà Mobilità e trasporti, Infrastutture, Turismo e Commercio. Barbara Lori sarà Assessore alla Montagna e alle aree interne, alla Programmazione territoriale, alle Pari opportunità. Alessio Mammi si occuperà di Agricoltura e agroalimentare, caccia e pesca. Paola Salomoni pro rettrice dell’Ama Mater avrà le deleghe alla Scuola, all’Università e ricerca, all’Agenda digitale. Il manager culturale Mauro Felicori, ex responsabile della Reggia di Caserta, sarà Assessore alla Cultura e al Paesaggio. Infine Paolo Calvano già segretario regionale Pd seguirà Bilancio, Personale, Patrimonio, Riordino istituzionale.

L’ingresso di Andrea Corsini in Giunta porta il primo dei non eletti fra le fila Pd a Ravenna – Gianni Bessi – in Consiglio regionale.

LE PAROLE DI STEFANO BONACCINI

“Squadra che vince non si cambia, ma io ho deciso di cambiarla quasi tutta, con otto assessori nuovi su dieci, perché abbiamo bisogno di proseguire sulla strada dell’innovazione e del cambiamento. La stessa che abbiamo intrapreso cinque anni fa e che ha portato a ottimi risultati, compreso il bellissimo risultato elettorale del 26 gennaio: per questo ringrazio tutti gli assessori della Giunta precedente, coi quali, insieme, abbiamo fatto un lavoro straordinario. Adesso restiamo con i piedi ben piantati per terra, lavoreremo come prima e più di prima per dare ulteriore qualità all’Emilia-Romagna. Lo dirò a tutti i nuovi assessori, dovremo continuare a essere molto nei territori e poco in ufficio”.

Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, che ha presentato oggi i componenti di quella che sarà la nuova Giunta regionale, che lo affiancheranno nei prossimi 5 anni nel suo secondo mandato: “Un gruppo competente nel quale ho grande fiducia”.

E subito l’agenda di governo con le prime cose da fare entro l’estate perché, ha scandito, “le promesse le mantengo.  Voglio dare seguito a quanto detto durante la campagna elettorale. Quindi già nelle prossime settimane convocherò tutte le parti sociali per siglare un nuovo Patto per il lavoro e la legalità e quello per il clima. Lavoro, occupazione, legalità, crescita inclusiva e sostenibile, insieme a una svolta ecologica in grado di affrontare l’emergenza ambientale, saranno al centro della nostra azione di governo”.

Secondo punto, l’Europa e la necessità di garantire aiuto e sostegno agli agricoltori: “Sarò presto a Bruxelles per l’insediamento del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa, di cui sono stato riconfermato presidente per altri quattro anni. Un organismo composto da oltre 100 mila enti locali e 41 paesi europei a dimostrazione ulteriore della fiducia che la Regione Emilia-Romagna si è garantita e costruita in questi anni oltre i confini nazionali”. Sul tema decisivo dei Fondi europei 2021-27, Bonaccini chiederà “un impegno ancora più forte per la nuova programmazione delle risorse, compresa la novità straordinaria rappresentata dal Green New Deal indicato dalla Commissione per la sostenibilità ambientale. E poi gli aiuti agli agricoltori per far fronte alla drammatica situazione generata dalla cimice asiatica che, in particolare quest’anno, ha messo in ginocchio l’ortofrutta della nostra regione e per ribadire ancora una volta il nostro pieno e convinto no ai dazi a difesa delle nostre eccellenze agroalimentari uniche al mondo e ai nostri prodotti Dop e Igp”.

Altra priorità, il trasporto pubblico locale gratuito per i giovani: “Lavoreremo alle prime misure per rendere gratuiti bus e treni per gli studenti fino ai 19 anni di età, operative già a settembre, con l’avvio del nuovo anno scolastico. E sempre per mantenere le promesse fatte, entro l’estate acquisteremo il primo mezzo milione di alberi da piantare per arrivare a 4,5 milioni piantumati, uno per ogni cittadino dell’Emilia-Romagna, nei prossimi 5 anni”.

“Sempre entro l’estate- continua il presidente- porteremo le sedute della Giunta regionale in ogni provincia dell’Emilia-Romagna, perché dobbiamo stare sul territorio per conoscerne problemi, risorse e particolarità. Cominciamo lunedì 9 marzo con Parma, capitale italiana della cultura 2020, e lunedì 30 marzo andremo a Rimini, città che quest’anno celebra Fellini 100, dove intendiamo rafforzare il nostro impegno per la riqualificazione del fronte mare lungo tutta la Costa, segnale chiaro sul fronte del recupero degli spazi urbani, l’ambiente e l’attrattività dei nostri territori”.

Quello, disegnato da Bonaccini, è uno sguardo ampio anche al tema decisivo delle infrastrutture. “Grazie al lavoro fatto in questi ultimi cinque anni da una squadra di assessori che, ribadisco, ringrazio, e che meritavano tutti la riconferma- spiega il presidente- avremo oltre 4 miliardi di investimenti sulle opere infrastrutturali. Inoltre, nella prima seduta utile dell’Assemblea legislativa impegneremo i 10 milioni di euro già previsti per l’acquisto a la ristrutturazione degli appartamenti per le giovani coppie che risiedono in montagna, che potranno avere contributi a fondo perduto fino a 30mila euro. È una misura, insieme al dimezzamento dell’Irap e ai fondi investiti contro il dissesto e per migliorare le infrastrutture, con cui vogliamo rilanciare il nostro Appennino, estesa al basso ferrarese. Ricordo, sulla montagna, che abbiamo istituito un assessorato dedicato. Dobbiamo rendere competitiva tutta l’Emilia-Romagna perché nessun cittadino in nessun territorio si senta escluso o abbia meno servizi e opportunità di crescita e lavoro”.

Infine, il richiamo alla collaborazione istituzionale: “La campagna elettorale è finita- sottolinea Bonaccini- e cercheremo convergenze laddove l’Emilia-Romagna richieda un impegno comune, di tutti”.

Stefano Bonaccini

LE PRIME REAZIONI

Il sindaco di Ravenna Michele de Pascale: “La nuova squadra è sinonimo di continuità ma allo stesso tempo di grande innovazione”

Michele de Pascale, Sindaco di Ravenna e presidente della Provincia di Ravenna augura “un grandissimo in bocca al lupo alla nuova giunta regionale nominata in poco tempo dal presidente Stefano Bonaccini e composta da nomi di altissima qualità. La nuova squadra di Bonaccini è sinonimo di continuità ma allo stesso tempo di grande innovazione. Naturalmente non posso che dirmi estremamente soddisfatto per la conferma di Andrea Corsini quale assessore al Turismo e al Commercio; e sono ancora più contento e soddisfatto per il fatto che a queste due importanti deleghe si siano aggiunte quelle, fondamentali, alle Infrastrutture e ai Trasporti”.

“Durante la campagna elettorale sono stato al fianco di Bonaccini – avanza de Pascale – e avevo percepito con forza come egli intendesse dare risposte strategiche alle carenze infrastrutturali di tutta la Romagna e in particolare a quelle della provincia di Ravenna. Rispetto a questa priorità, la scelta di Corsini come assessore alle Infrastrutture e ai Trasporti rappresenta il massimo che si potesse desiderare”.

“Conosco molto bene Andrea – conclude il Sindaco – e collaboro con lui dal 2004. L’ho visto crescere, assumere ruoli via via sempre più importanti ed esercitarli con impegno, autorevolezza, passione e competenza; sono quindi particolarmente contento, perché la sua professionalità e il suo senso delle istituzioni meritavano questo riconoscimento. Da ultimo, ma non per ultimo, ci tengo a sottolineare che il territorio romagnolo “guadagna” così un altro consigliere regionale, Gianni Bessi, che continuerà a svolgere un’importante attività per tutto il territorio romagnolo in particolare per quanto riguarda i temi delle politiche industriali, energetiche e agroalimentari”.

 

Barattoni (PD): “Soddisfazione per l’ingresso di Andrea Corsini nell’esecutivo e di Gianni Bessi in Consiglio”

Grande soddisfazione è stata espressa dal segretario provinciale del PD ravennate Alessandro Barattoni per la nomina della nuova giunta che affiancherà il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Nel formulare ai nuovi assessori gli auguri di un proficuo lavoro, Barattoni ha rivolto parole di particolare approvazione per la nomina del ravennate Andrea Corsini che assumerà le deleghe alle Infrastrutture, Mobilità e Trasporti e al Turismo e Commercio.

“L’ingresso di Andrea Corsini nell’esecutivo guidato da Bonaccini – sottolinea Barattoni – va salutato con particolare compiacimento perché rappresenta il giusto riconoscimento al bagaglio di esperienza accumulato nella scorsa legislatura e al suo alto spessore tecnico e politico nonché ai consensi riportati durante l’ultima tornata elettorale. È stato premiato il grande lavoro svolto in questi anni da una figura di assoluta qualità, riconosciuta nell’intera regione. Quello delle infrastrutture poi è un argomento molto importante per noi che abbiamo messo sul tavolo diverse priorità nel corso della campagna elettorale e ci attendiamo che questi temi siano basilari nel prossimo mandato.”

Medesimo apprezzamento il segretario democratico ha espresso nei confronti del ritorno in Consiglio regionale di Gianni Bessi che prenderà posto in assemblea.

“Con Gianni Bessi – dice Barattoni – abbiamo condiviso un percorso significativo per il nostro territorio. La sua competenza ed esperienza rendono oggi ancora più importante la sua presenza tra i banchi del Consiglio, all’interno del quale non mancherà di distinguersi ancora una volta per il suo riconosciuto impegno e insieme a Manuela Rontini formerà una squadra di grande valore molto radicata sul territorio. Durante quest’ultimo periodo – conclude Barattoni – ho visto una gran voglia di partecipazione democratica che ha fatto riempire le piazze per contrapporsi al rancore e all’antipolitica. Quindi rinnovo a tutti gli auguri di buon lavoro nella convinzione che sapranno operare al servizio dei cittadini intercettando le loro esigenze e le loro speranze”.

 

Lega Romagna: “Romagna penalizzata”

“Innovazione? No, Stefano Bonaccini salda i ‘debiti contratti’ durante la campagna elettorale e conserva i ‘fedelissimi’ – affermano in una nota il deputato Jacopo Morrone, insieme ai consiglieri eletti in Romagna Massimiliano Pompignoli, Andrea Liverani, Daniele Marchetti e Matteo Montevecchi. – Una Giunta molto debole, quindi, e spostata verso la sinistra radicale, dove i moderati hanno un ruolo marginale. Come c’era da aspettarsi la Romagna è stata penalizzata, con il solo ravennate Andrea Corsini. Sorprende poi il nome dell’outsider Paola Salomoni, nominata assessore a Scuola e Università, bolognese residente a Cesena, di fatto estranea alle logiche politiche romagnole. Nei fatti, amministratori, politici e noti candidati della Romagna sono stati esclusi dalla rosa dei prescelti. Un esempio per tutti Claudio Vicini, l’affermato medico dell’area di Italia Viva, il più votato della Lista Bonaccini in Romagna, che, anche a nostro avviso, avrebbe potuto essere un valente assessore alle Politiche per salute. Purtroppo anche in questo caso la scelta è stata quella di premiare ‘un usato sicuro’ come Raffaele Donini, già criticato assessore ai Trasporti. Sul resto per ora stendiamo un velo, con l’unica eccezione della ‘sardina coraggiosa’ Elly Schlein, un nome che fa discutere. Schlein è stata la più votata di una lista di varie anime della sinistra che è arrivata al solo 3,77 per cento, eppure Bonaccini le ha affidato un ruolo di primo piano”.

 

Giorgio Guberti, presidente della Camera di commercio di Ravenna: “Soddisfazione per l’attribuzione delle deleghe alle Infrastrutture, Mobilità  e Trasporti ad Andrea Corsini”

“Esprimo grande soddisfazione per l’attribuzione delle deleghe alle Infrastrutture, Mobilità  e Trasporti ad Andrea Corsini, eletto all’Assemblea legislativa regionale in rappresentanza del territorio romagnolo, e riconfermato nella nuova Giunta regionale – afferma il presidente della Camera di commercio di Ravenna Giorgio Guberti. – Fin dal mio insediamento ho evidenziato quanto le infrastrutture e il potenziamento dei collegamenti tra il nostro territorio e il resto del Paese e dell’Europa siano strategici per lo sviluppo e la competitività delle attività economiche e per la qualità di vita dei cittadini. Un plauso quindi al presidente Bonaccini per aver riconosciuto le istanze avanzate con convinzione dal mondo istituzionale ed economico ravennate e romagnolo. Tutte le Istituzioni, compresa la Camera di commercio, devono essere in prima linea affinché si affrontino le prossime sfide con spirito positivo e costruttivo, lavorando con impegno per raggiungere obiettivi ambiziosi. Non faremo mancare il nostro appoggio per migliorare la mobilità e i collegamenti, sostenere con adeguate politiche la ripresa economica, puntando ad uno sviluppo che abbia a cuore la tutela dell’ambiente e il benessere della comunità nel senso più ampio del termine. I migliori auguri di buon lavoro ad Andrea Corsini e a tutta la Giunta regionale”.

 

Confesercenti Ravenna: “Auguri ad Andrea Corsini, che ha già dimostrato capacità di ascolto e intervento efficace”

La Presidente Provinciale di Confesercenti Ravenna Monica Ciarapica dichiara: “Quando parliamo delle criticità per lo sviluppo del settore turistico invochiamo sempre interventi sulle infrastrutture, siano esse stradali che aeroportuali o ferroviarie. Creare un assessorato che accorpa commercio, turismo e infrastrutture è una scelta strategica che condividiamo. Auguri ad Andrea Corsini, che ha già dimostrato capacità di ascolto e intervento efficace in questi anni. Da parte nostra la massima disponibilità a collaborare e proseguire il confronto”.

 

Confagricoltura Emilia Romagna: “Buon lavoro a Bonaccini e alla nuova giunta. Porteremo all’attenzione del neo assessore all’Agricoltura le priorità da affrontare”

“Buon lavoro alla nuova giunta di via Aldo Moro”: così Confagricoltura Emilia Romagna esprime le congratulazioni ai neo assessori a margine della conferenza stampa di presentazione. “Un ringraziamento speciale – prosegue – va al governatore Stefano Bonaccini per aver incluso fin da ora, tra le priorità di governo, l’Europa e la necessità di garantire aiuto e sostegno agli agricoltori oltre alla volontà di proseguire il proficuo lavoro svolto nel precedente mandato insieme alle rappresentanze agricole“.

“Porteremo all’attenzione del neo assessore all’Agricoltura, Alessio Mammi – sottolinea l’organizzazione agricola – le criticità da affrontare: semplificazione burocratica, aggregazione, road map verso il nuovo piano di sviluppo rurale, misure a sostegno dei comparti in crisi, risorse da dedicare agli investimenti aziendali alla conoscenza e innovazione per imprimere l’acceleratore su competitività e export agroalimentare“.

L’auspicio di Confagricoltura Emilia Romagna è “che la nuova squadra dia ascolto alle proposte avanzate dalle rappresentanze degli imprenditori agricoli, che insieme esprimono le necessità e i bisogni del comparto agroalimentare emiliano-romagnolo, modello di eccellenza dell’intera economia nazionale“.

“Sui temi ambientali e sulla sostenibilità, siamo disponibili – sottolinea Confagricoltura regionale – ad un confronto costruttivo con il nuovo assessore all’Ambiente, Irene Priolo, in particolare sulla difficile gestione della fauna selvatica. Sul clima e lo sviluppo delle agro-energie, auspichiamo invece di condividere progetti con la vicepresidente della Regione, Elly Schlein, con delega all’emergenza climatica al ‘Patto per il clima’“.

 

Federfarma Emilia-Romagna: “i più sinceri complimenti a Raffaele Donini per la carica di Assessore alla Sanità”

Federfarma Emilia-Romagna, l’associazione che riunisce i farmacisti titolari di tutta la regione – esprime i più sinceri complimenti a Raffaele Donini per la carica di Assessore alla Sanità della Regione Emilia-Romagna. “Siamo certi che la sua lunga esperienza politica sarà preziosa per portare avanti un mandato così importante, traducendo gli ideali in scelte concrete capaci di migliorare la vita delle persone. – dichiara il Presidente Achille Gallina Toschi – Con questa scelta, affidare l’assessorato dopo molti anni ad un politico, e non ad un tecnico, il Presidente Bonaccini compie un atto coraggioso, assumendosi la responsabiltà diretta in un ambito decisivo per la vita delle persone. Come associazione di categoria siamo pronti al dialogo, per costruire strategie condivise e percorsi che vedano crescere sempre più la collaborazione tra i diversi attori del sistema, per il bene dei cittadini e dei bilanci pubblici”.

 

Confindustria Romagna: “Soddisfazione e plauso per la conferma di Corsini”

Confindustria Romagna esprime grande soddisfazione e plauso per la conferma dell’assessore Andrea Corsini nella giunta della Regione Emilia-Romagna, in particolare per la delega alle infrastrutture e ai trasporti che si aggiunge a quella del turismo.

“Abbiamo molto apprezzato l’operato dell’assessore nel precedente mandato, e siamo certi che saprà dare un contributo importante anche nel nuovo incarico, che riguarda un aspetto cruciale per imprese e cittadini come quello delle infrastrutture e dei trasporti – afferma il presidente Paolo Maggioli – o diciamo da tempo:oggi la mobilità è il tema dei temi, che abbraccia in modo trasversaleindustria, turismo, cultura, studio e tempo libero. L’attrattività di un territorio si misura sempre più anche in base alla qualità delle sue connessioni, e per noi è particolarmente significativo che questa delega stata affidata a un assessore romagnolo, a cui vanno le nostre vive congratulazioni e i migliori auguri di buon lavoro. Nella nostra associazione troverà sempre un interlocutore aperto al confronto e alla collaborazione”.

 

Legacoop Romagna: “Nuova giunta con tutte le carte  in regola per attuare impegnativo programma di mandato”

“La nuova giunta regionale del presidente Bonaccini, nei suoi elementi di continuità e innovazione, con l’inserimento di nuovi amministratori provenienti da diverse esperienze politico professionali e dai diversi territori della Regione, si presenta con tutte le carte in regola per poter dare attuazione ad un ambizioso e impegnativo programma di mandato” dicono da Legacoop Romagna.

Come Legacoop Romagna, “accanto alle priorità programmatiche individuate dall’ACI Emilia-Romagna per l’economia e la società regionale, abbiamo presentato ulteriori nostre proposte concentrate sulle esigenze e le necessità prioritarie del territorio romagnolo. Temi come l’assetto istituzionale, a cominciare dalla costruzione della nuova provincia di Romagna, la carenza infrastrutturale del territorio e la necessità di rilanciare il Corridoio Adriatico come asse di sviluppo strategico del paese, il ruolo baricentrico della Romagna da valorizzare come terra della sostenibilità e dell’inclusione sociale, fino ai temi del lavoro da rimettere al centro di ogni azione politica che rappresentano per noi il terreno sul quale continuare quel confronto proficuo con le istituzioni che hanno caratterizzato questi anni di rapporto con la Regione”.

“L’affidamento ad Andrea Corsini, oltre alla delega al turismo, anche di quella alle infrastrutture, – concludono da Legacoop – vista la sua provenienza territoriale e la sua conoscenza del territorio, ci consentirà sicuramente di rafforzare le occasioni e le sedi di dialogo e discussione sul tema strategico delle reti e delle infrastrutture. Auguriamo quindi buon lavoro al presidente Bonaccini e a tutti gli assessori della sua giunta e gli rinnoviamo la nostra totale disponibilità al dialogo e alla collaborazione nel rispetto dei diversi ruoli”.

 

Coldiretti Emilia Romagna: “pronti a collaborare con la nuova giunta”

 Il migliori auguri di buon lavoro a tutto l’esecutivo guidato dal presidente Stefano Bonaccini e in particolare all’assessore all’Agricoltura Alessio Mammi sono stati espressi dal presidente, Nicola Bertinelli e dal direttore, Marco Allaria Olivieri, di Coldiretti Emilia Romagna.

“Il nuovo esecutivo – rileva Coldiretti regionale – si insedia in una fase particolarmente critica per l’agricoltura e l’agroalimentare: da un lato si tratta di fare i conti con le conseguenze dei cambiamenti climatici fra le cui conseguenze c’è un fenomeno come quello della cimice asiatica, vero flagello per le produzioni regionali. Dall’altra parte i mercati internazionali, agitati dai dazi e dalla Brexit, rischiano di diventare un terreno scivoloso per le eccellenze del nostro agroalimentare, punta di diamante del nostro export. A ciò si aggiunge come sempre l’esigenza di azioni volte a dare reddito alle imprese e liberarle dagli eccessi della burocrazia attraverso la semplificazione dei procedimenti.”

“Siamo pronti a offrire il nostro contributo di idee ed esperienze al nuovo assessore, al presidente Bonaccini e a tutto l’esecutivo – ha detto il presidente Bertinelli – e siamo pronti a collaborare a quella che è già stata individuata come prima sfida della nuova giunta, cioè la redazione del patto per il clima e per il lavoro. Consideriamo un segnale importante l’istituzione dell’assessorato alla montagna e alle aree interne così come è importante che il Presidente Bonaccini si rechi a Bruxelles la settimana prossima per discutere del flagello della cimice asiatica, tema riaspetto al quale ha già manifestato una notevole sensibilità partecipando la settimana scorsa alla nostra manifestazione di Verona”.

“Le sfide che attendono l’agricoltura – ha detto il direttore Allaria Olivieri – sono le sfide che attendono l’Italia, vista l’importanza strategica che ha sviluppato il settore dell’agroalimentare nell’economia nazionale. Molte di queste sfide passano proprio dall’Emilia Romagna che con le sue 44 denominazioni, fra dop e igp, è la regione con la maggior biodiversità agroalimentare d’Europa. Un patrimonio, questo, che va tutelato nell’interesse delle aziende, dei consumatori, ma anche di tutto l’assetto economico nazionale, se si considera che il dato più recente sulle esportazioni di agroalimentare emiliano romagnolo nel mondo parlano di un terzo trimestre del 2019 nel quale per la prima volta in assoluto l’export ha superato le importazioni e la nostra regione, con quasi 6 miliardi di prodotto esportato, ha fatto registrare il suo record assoluto”.

 

Assoturismo-Confesercenti E.R, soddisfazione per l’incarico ad Andrea Corsini: “si apre una nuova stagione”

Grande soddisfazione per l’incarico conferito ad Andrea Corsini come Assessore regionale al turismo e alle infrastrutture, è stata espressa dal presidente di Assoturismo-Confesercenti E.R. Filippo Donati: “condivido pienamente la scelta del presidente Bonaccini di affidare allo stesso Assessore Corsini le deleghe al turismo e alle infrastrutture. Nello scorso mandato Corsini ha saputo ascoltare e interpretare le esigenze del nostro settore: con la nuova delega potrà integrare lo sviluppo turistico del territorio con l’implementazione delle infrastrutture, tutto ciò a beneficio sia del turismo che dell’intera società civile.  Sono certo che si apre una stagione nuova, con opportunità economiche importanti per tutta la nostra regione. Non faremo mancare all’Assessore Corsini la disponibilità al confronto e alla collaborazione“.

 

Alleanza delle Cooperative – Mota, Monti, Milza: “Auguri alla nuova giunta Bonaccini, al più presto un confronto sul nuovo Patto per il Lavoro”

“Auguriamo buon lavoro alla nuova Giunta regionale presentata oggi dal presidente Stefano Bonaccini, confidando di poter portare avanti con tutti gli assessori nominati quel metodo di confronto che ha caratterizzato la scorsa legislatura e che ha consentito di affrontare in maniera costruttiva le sfide e le difficoltà emerse in questi anni. Per questo auspichiamo innanzitutto di poter definire quanto prima con il presidente della Regione e con il nuovo assessore allo Sviluppo economico, un nuovo Patto per il Lavoro finalizzato a migliorare la qualità dell’occupazione, favorire la formazione di figure professionali richieste dalle aziende ma sempre più irreperibili, e combattere la disoccupazione giovanile” dichiarano il presidente di Alleanza delle Cooperative italiane dell’Emilia-Romagna Massimo Mota e i co-presidenti Francesco Milza e Giovanni Monti.

“Anche negli anni della crisi economica – continuano Mota, Milza e Monti – le nostre cooperative hanno continuato a investire arrivando a ridurre i loro margini pur di difendere il lavoro, il reddito dei soci e il potere d’acquisto delle famiglie. Hanno creato in regione 27.390 nuovi posti di lavoro dal 2008 al 2019, con una crescita del 12,5% nettamente superiore al 3,5% registrato dal totale delle imprese regionali, contribuendo al PIL per circa il 10% del totale regionale “.

Sul tema del welfare, l’Alleanza delle Cooperative dell’Emilia-Romagna auspica che tra le priorità della nuova Giunta venga inserito il tema dell’invecchiamento della popolazione e quindi delle nuove risposte che occorre fornire agli anziani. “Insieme a questo – aggiungono Mota, Milza e Monti – crediamo che anche la Regione debba prendersi a cuore il problema del crollo demografico, promuovendo nuove politiche che incentivino la natalità e favoriscano la conciliazione famiglia-lavoro, anche attraverso un maggiore sostegno alle politiche abitative e per la casa in affitto”.

“Il sistema agroalimentare, vera eccellenza dell’Emilia-Romagna, vive una fase di grande difficoltà e incertezza, tra nuovi dazi nei mercati internazionali, emergenze climatiche e crescenti minacce per i nostri agricoltori, a partire dalla cimice asiatica. Pertanto – sottolineano Mota, Milza e Monti – riteniamo fondamentale definire un programma di azioni per sostenere le aziende agricole e le strutture cooperative che spesso si trovano ad armi spuntate davanti alle sfide poste dai cambiamenti”.

“Apprezziamo infine – concludono i vertici di Alleanza delle Cooperative dell’Emilia-Romagna – la rinnovata e più decisa attenzione sui temi ambientali che porterà alla definizione di un Patto per il Clima e auspichiamo che, in linea con quanto avvenuto con il Piano Plastic FreER, tale percorso venga svolto con il coinvolgimento delle imprese, che chiedono di essere accompagnate e incentivate verso riconversioni industriali e produttive, senza subire interventi punitivi calati dall’alto”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paola

    Non credo che sia una nomina che possa rendere felice le sardine.
    Visto i risultati, non è si sicuro il cambiamento che hanno richiesto.
    Paolina:Una neo-sardina!

  2. Scritto da Filippo Donati

    Finalmente mi viene spontaneo un sorriso, parlando di turismo. Speravo nella riconferma di Andrea Corsini ma non avrei immaginato di meglio. Affidare allo stesso Assessore al turismo anche la delega alle infrastrutture a me pare una scelta di grande lungimiranza da parte di Bonaccini. Da molti anni noi del settore, uno dei pochi a risentire in maniera più leggera della generale contrazione economica, chiediamo sempre più insistentemente che si proceda alla realizzazione di un piano strutturale dei trasporti regionali a favore della mobilità e della raggiungibilità dei territori in regione. Adesso si aprono molte occasioni, per noi operatori del turismo ma anche per tutta l’economia regionale, per i cittadini, sia essi pendolari che non, per lo spostamento delle merci…..Corsini ha una enorme occasione, quella di dimostrare buongoverno ed equilibrio e, cosa più importante, di prendere decisioni davvero strategiche da qui ai prossimi anni. Grazie a Bonaccini quindi e in bocca al lupo a Corsini, con l’augurio di lasciare veramente turismo e trasporti in mani esperte ed interessate a fare il meglio possibile.

  3. Scritto da daniele

    Cavolo!è questo il cambiamento che hanno promesso alle regionali?!

  4. Scritto da Gianni C.

    In attesa di quello che avete promesso…per cortesia chiudete le buche nelle strade!