Lugo: approvata mozione per il mantenimento del distaccamento di Polizia Stradale

Nella seduta di giovedì 13 febbraio il Consiglio comunale di Lugo ha approvato all’unanimità una mozione per il mantenimento e il potenziamento del distaccamento di Polizia stradale a Lugo.

Il documento, che esprime anche solidarietà e vicinanza al personale del presidio e alle associazioni sindacali di Polizia, impegna il sindaco e la giunta di Lugo, insieme al presidente e la giunta dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, a promuovere presso la Regione Emilia-Romagna, azioni concrete a questo scopo, impegnando a loro volta il presidente e la giunta regionale ad agire nei confronti del Governo nazionale, per la tutela della sicurezza stradale e pubblica del territorio lughese e della Bassa Romagna.

“Il Consiglio comunale ha dimostrato che tutte le forze politiche si possono unire quando si pensa al bene del nostro territorio – dichiara il sindaco di Lugo Davide Ranalli -. Il distaccamento della Polizia stradale rappresenta non solo per Lugo, ma per tutta la Bassa Romagna un servizio rilevante che permette di garantire ai nostri cittadini una maggiore sicurezza”.

“Si ritiene – si legge nella mozione – che questa chiusura debba essere scongiurata attraverso azioni politiche attivate a tutti i livelli del nostro ordinamento giuridico e trasversale da parte di tutte le forze politiche e civiche. Il presidio attualmente esistente all’interno della Bassa Romagna rappresenta un valore aggiunto per un territorio di circa 100mila abitanti ed è pertanto parere dell’intero Consiglio Comunale che la chiusura del distaccamento significherebbe indebolire un territorio che ancora oggi deve affrontare problematiche serie ed importanti come gli incidenti stradali con esiti mortali, la circolazione nel territorio da parte di malintenzionati e delinquenti che, con un’importante arteria come la A14, trovano veloci vie di accesso e di fuga nel nostro territorio. Infrastruttura che, ad avviso del Consiglio, caratterizza il territorio come strategico per il presidio di Polizia Stradale”.