Quantcast

Lucia Borgonzoni (Lega) lascia oggi il Consiglio regionale e opta per il Senato

Più informazioni su

Come molti avevano previsto, dopo la sconfitta alle elezioni regionali del 26 gennaio scorso, la candidata alla Presidenza della Regione della Lega Lucia Borgonzoni ha deciso di lasciare il Consiglio regionale. Non guiderà quindi l’opposizione. Esce Borgonzoni ed entra Marco Mastacchi. L’assemblea legislativa regionale ‘telematica’ di oggi 27 marzo sancirà le dimissioni della Borgonzoni (che ha optato per il ruolo di Senatrice) e la successione nel centrodestra.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marco O.

    E così salutiamo miss “Sarò Sempre Al Vostro Fianco”. Significativo anche il momento dell’addio. Delicatissima come sempre

  2. Scritto da batti

    lo sapevano anche i morti che andava così

  3. Scritto da Rusty

    Complimenti, signora. Resti a Roma e grazie a Dio non dobbiamo affrontare l’emergenza con questa qui in plancia. Pericolo scampato.

  4. Scritto da Giovanna

    Ah ah ah amava tanto tanto la SUA Regione da liberare. Quant’e’ lo stipendio dei senatori ?

  5. Scritto da BIG MAMA

    Invece di rimanere e lottare …
    Vai al Senato a riempirti la BORSA di SOLDI.
    PER FORTUNA NON HANNO VINTO ALLE REGIONALI..
    CHE BARACCA DIVENTAVA..

  6. Scritto da Dario

    Meno male che in questo momento delicato non ci sia lei al posto di comando. Dopo due importanti sconfitte, sarà pur ora di ritirarsi. Che serva da lezione a tutti i suoi elettori.

  7. Scritto da Luca

    Ce ne faremo una ragione, non oso pensare cosa poteva succedere con questa qui al comando quando il suo boss invitava a fine febbraio ad aprire tutto bar,ristoranti…

  8. Scritto da jack

    tanta roba che se ne và ….e pensare che ormai vinceva le elezioni: PAURA !

  9. Scritto da armando

    @Luca: hai scritto giusto !! e il boss, in piena emergenza e citta’ chiuse, se ne andava tranquillo a fare la spesa, mano nella mano (quasi) alla sua dolce meta’, accompagnato pure dalle guardie del corpo!!! vi ricordate gli insulti rivolti ad un allora ministra, che con la scorta fece la spesa con la scorta?? ora un boomeranga, ma pochi se la ricordano.- Ha le poltrone Romane, fanno gola a tanti !!!i soldi?? si accumulano e loro che li devono dare agli Italiani, …li ridaranno in rate..fra anni ??? Saro’ sempre al vostro fianco !!!!! parole profetiche.- Vadi, vadi, vadi pure…..ce ne faremo una ragione.-

  10. Scritto da batti

    si sapeva ed era suo diritto,il problema è il diritto come questo che non deve esistere poi il peso delle parole spese,,fanno valutare le persone la loro politica e il partito che appartengono