Coronavirus. Lega chiede chiarimenti alla Giunta regionale sulla riapertura dei parchi e non delle spiagge

Più informazioni su

“Parchi riaperti, mentre le spiagge restano chiuse?” È il gruppo regionale della Lega a chiedere chiarimenti, con un’interrogazione (primo firmatario Matteo Montevecchi), al governo regionale sulla scelta di non permettere l’attività motoria nelle spiagge della regione. L’atto ispettivo è stato sottoscritto anche da Matteo Rancan, Andrea Liverani, Massimiliano Pompignoli, Daniele Marchetti e Fabio Bergamini.

In particolare, i sei consiglieri chiedono di seguire l’esempio del Veneto, che ha optato per la riapertura di tutti spazi pubblici all’aperto, pur restando valide le misure di sicurezza su protezioni e distanze.

A fine aprile, spiegano Montevecchi e colleghi, “l’amministrazione comunale di Rimini aveva annunciato l’imminente riapertura (dal 4 maggio) delle spiagge, per ‘passeggiare e correre’, stessa cosa aveva fatto quella di Riccione”.

“Si tratterebbe- concludono i leghisti- di consentire l’accesso nelle spiagge esclusivamente per attività motoria, così come concesso dall’ordinanza relativamente ai parchi: consentendo l’ingresso nelle spiagge, peraltro, si ridurrebbe il probabile rischio di assembramenti nei parchi”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da batti

    lasciate lavorare in pace i bagnini.hanno poco tempo per prepararsi,i curiosi in spiaggia disturbano.non capisco l interesse della lega per questi pochi giorni..che non c è neanche 49 centesimi a prendere su